Fertility Day o Fertility Fake? Lo scontro nelle piazze italiane

21 settembre 2016

Fertility Day, parliamo di salute

Sbarca domani nelle piazze italiane l'evento voluto dal governo per incentivare la fertilità all'interno della coppia. Con un logo e uno slogan molto minimal, per evitare nuove polemiche. E il disturbo di una contro-manifestazione, il Fertility Fake

Fertility Day, parliamo di salute

Eccoli lì, lo slogan e il logo: ci voleva tanto? Super minimal, fiocchetto rosso su sfondo bianco, a evocare il colore della pace (e anche della resa). Sì, perché il Fertility Day, manifestazione nazionale voluta fortissimamente dal ministero della Salute per incentivare la fertilità nelle coppie, sbarca domani 22 settembre nelle piazze italiane con un corredino misurato, lindo lindo, che sa tanto di Caporetto. L’aggressiva campagna di comunicazione che qualche settimana fa aveva suscitato un mare di polemiche e fatto sobbalzare sulla poltrona anche il premier Matteo Renzi è stata cancellata e sostituita da un approccio molto più meditato. Una volta tanto, il popolo della rete ha vinto. Decretando la sonora bocciatura di un’iniziativa mediatica nata proprio male.

È rimasta solo la passione per lo scorrere del tempo, un mese fa sintetizzato dalla clessidra che una giovane donna impugnava per ricordare che “la bellezza non ha età, la fertilità sì”, oggi scandito invece – più modestamente – da un cronometro che sul sito dedicato segna il count-down dell’evento. Domani, comunque, si parlerà di salute, appunto, con l’obiettivo di “aumentare soprattutto nei giovani la conoscenza” sulle proprie potenzialità riproduttive, precisano al ministero, “e fornire strumenti utili per tutelare la fertilità attraverso la prevenzione, la diagnosi precoce, la cura delle malattie che possono comprometterla e la procreazione medicalmente assistita“. Testimonial involontaria della mission, ieri, la neomamma di Castelvolturno, che a 61 anni ha dato alla luce il suo Elias “semplicemente” dopo aver seguito una cura ormonale. Almeno, così ha dichiarato.

Fertility DayLeggi il nostro dossier

I luoghi del Fertility Day

Il Fertility Day ha il suo clou nelle quattro piazze tematiche di Roma, Bologna, Padova e Catania: gli incontri saranno preceduti da un saluto urbi et orbi del ministro Beatrice Lorenzin. A Roma si parlerà di politiche di prevenzione sanitaria per promuovere comportamenti corretti e ridurre i fattori di rischio, con un focus sui Lea, i nuovi Livelli essenziali di assistenza; a Bologna il tema è la fecondazione assistita, con un approfondimento sulla difesa della fertilità nei pazienti oncologici; a Padova si discuterà, fra l’altro, dell’importanza della diagnosi precoce; a Catania, infine, si tratterà dell’età fertile nell’uomo. Forse per far dimenticare a tutti la giovane donna con clessidra, la più odiata dalle italiane.

La protesta in rete: il Fertility Fake

Nel frattempo, si è concretizzato anche il Fertility Fake (che in inglese significa fasullo, farlocco), contro-manifestazione in programma sempre domani in molte piazze italiane – da Roma a Firenze, da Napoli a Torino, da Bologna a Milano – che vuol lanciare al governo un messaggio forte e chiaro: “Siamo in attesa“. Da tempo infatti, sottolineano gli organizzatori, “aspettiamo diritti, lavoro, reddito, salute, casa, bonifiche, asili nido…”: un elenco che potrebbe essere più lungo. “Le generazioni che oggi sono invitate a procreare sono anche quelle a cui l’Italia offre poco lavoro e contratti indecenti, affitti proibitivi, nessuna forma di reddito; sono quelle per cui trovare un posto in un asilo nido pubblico è un’esperienza adrenalinica; quelle che hanno ereditato un territorio devastato dall’inquinamento”, dichiara la Signorina F., portavoce misteriosa dell’evento. Che si scaglia anche contro “le idee di donna, di uomo, di famiglia vecchie di un secolo” propugnate dal governo (ipse dixit). Chi è d’accordo e vuole partecipare alla protesta, può seguire le istruzioni sulla pagina Facebook dedicata o usando gli ashtag #FertilityFake e #Siamoinattesa. Campa cavallo…

Fulvio Bertamini

Commenti