Lochiazioni: quanto dura il puerperio? - Dolce Attesa

21 aprile 2015

Lochiazioni: quanto dura il puerperio?

Lochiazioni: quanto dura il puerperio?

Le lochiazioni o lochi, così si chiamano le perdite ematiche che si presentano in seguito all’espulsione della placenta, cessano 30-40 giorni dopo il parto: questo periodo viene chiamato puerperio, ed è la fase in cui l’utero torna alle sue dimensioni e funzioni. È un periodo di assestamento, per questo si raccomanda alla neomamma di riposare il più possibile per potersi riprendere fisicamente.

Nei primi due giorni i lochi sono più abbondanti e di colore rosso intenso. Nei giorni successivi il flusso diventa meno abbondante e sempre più simile a un ciclo mestruale. Aumentano i leucociti, che hanno un effetto protettivo contro eventuali infezioni e i lochi diventano così di un colore rosato. Nelle successive settimane le perdite diventano più scarse, dense e giallognole. Possono, poi, alternarsi giorni in cui sono di nuovo abbondanti e altri in cui sono assenti. I lochi hanno anche un odore particolare, leggermente acidulo, che ricorda quello del lievito; se dovesse diventare sgradevole, è opportuno segnalarlo all’ostetrica o al medico.

È normale che contengano coaguli delle dimensioni di una mandorla, ma se dopo una settimana sono ancora molto abbondanti e di colore rosso vivo, è necessario effettuare una visita di controllo.

Il puerperio termina con il ripristino della normale attività dell’apparato genitale. Dopo una quarantina di giorni circa, quindi, il ciclo ricompare, anche se nelle donne che nutrono al seno le mestruazioni possono ripresentarsi anche qualche mese dopo aver interrotto l’allattamento.

Anche il recupero della mucosa vaginale, stressata e irritata durante la fase espulsiva del parto, è rapido. L’infiammazione e i piccoli traumi si risolvono velocemente. La guarigione richiede più tempo se la donna ha subìto lacerazioni o un’episiotomia. Un altro fenomeno comune nel puerperio è la secchezza delle mucose vaginali, dovuta al calo degli estrogeni rispetto ai livelli della gravidanza. Ma anche questo è un problema che scompare nel giro di poco tempo.

Commenti