Cambio del pannolino fuori casa senza stress? Ecco qualche trucco per i neo genitori - Dolce Attesa

21 novembre 2019

Cambio del pannolino fuori casa senza stress? Ecco qualche trucco per i neo genitori

Cambio del pannolino fuori casa senza stress?  Ecco qualche trucco per i neo genitori

Dopo la nascita di un bambino molte mamme sono felici, quando stringono tra le braccia il piccolo che hanno tanto desiderato, ma vedono anche la loro vita completamente cambiata. Perché i ritmi si modificano, come le priorità e soprattutto perché si deve rinunciare a tante abitudini. Uscire a bere un caffè sembra un sogno irrealizzabile, come pure incontrare le amiche per qualche innocente “pettegolezzo”. Una sensazione comprensibile, ma in realtà non del tutto vera. Perché avere un bimbo non significa essere costrette a stare sempre in casa.

Uscire fa bene ad entrambi: basta organizzarsi

Con i neonati, anzi, conviene uscire. Da un lato perché al piccolo fa bene respirare l’aria pulita e anche muoversi nella luce naturale, soprattutto quando c’è il sole. Dall’altro perché la neomamma ha bisogno di mantenere il proprio contatto con il mondo e di avere occasioni “sociali”, per evitare di cadere vittima della depressione post partum. L’unico problema può essere quello di dover cambiare il piccolo o di doverlo allattare, ma non serve la bacchetta magica per eliminare queste difficoltà. Basta fare mente locale sugli orari del pupo, scegliendo per le passeggiate  momenti in cui in genere non ha bisogno di mangiare e poi sapersi organizzare in vista delle eventuali soste “tecniche” per il cambio e l’allattamento. E si può ricominciare ad uscire senza grandi intoppi.

L’organizzazione è garanzia di serenità

Quando hai localizzato lo spazio per il pit stop del piccolo, dunque, non c’è più nulla da temere. L’unica cosa da fare è avere una borsa capiente, dove inserire il necessario per l’allattamento o il cambio. Per la prima necessità ci sono meno problemi, specialmente se si allatta al seno e la mamma è presente. Per il secondo aspetto, invece, per essere sicuri che non si verifichino disagi e problemi, conviene scegliere gli accessori ideali da mettere in borsa. Anzitutto servono il pannolino, un cambio di abiti e un sacchetto di tela o di plastica per gli eventuali abiti sporchi, una salvietta piccola per adagiare il piccolo, magari anche sul fasciatoio del bagno di un locale pubblico.

Nella borsa metti solo il meglio

Tra i prodotti da portarsi dietro, poi, conviene scegliere detergenti e creme. Come ad esempio l’Acqua micellare e la Pasta cambio della nuova linea Fissan Piccolo mio, che vanta la certificazione Icea, perché usa solo ingredienti di origine biologica e naturale e segue processi di trasformazione puliti, che rispettano l’ambiente.

fissan-piccolo-mio

L’Acqua micellare, realizzata con acqua distillata di calendula bio, acqua distillata di mirtillo rosso bio ed estratto di aloe, si usa per rimuovere lo sporco senza utilizzare tensioattivi aggressivi, spiacevoli specie nella zona del pannolino.

La Pasta cambio, una pasta simile a burro a base di olio di jojoba, olio di macadamia, olio di mandorle, burro di babassu e acqua distillata di camomilla bio, previene e lenisce le irritazioni da pannolino, perché agisce in modo naturale sulla pelle. Che rimane morbida e fresca, in modo che al piccolo non dispiaccia stare ancora un po’ nel passeggino o nella carrozzina mentre i genitori vivono un momento di pace e relax.