Bebè in arrivo e preparativi in ritardo: le 6 cose davvero irrinunciabili

07 giugno 2019

Bebè in arrivo e preparativi in ritardo: le 6 cose davvero irrinunciabili

Bebè in arrivo e preparativi in ritardo: le 6 cose davvero irrinunciabili

Nelle settimane che precedono il parto l’elenco delle cose da fare per i futuri genitori si allunga di continuo. Tra i compiti fondamentali rientrano da un lato la preparazione della borsa per il ricovero in ospedale, dall’altro la definizione della lista di oggetti indispensabili quando si ritorna a casa dopo l’arrivo del bebè. Se la prima si risolve rapidamente, preparando un sacchettino al giorno per il bebè e qualche cambio per la mamma, la seconda richiede maggiore attenzione.

Spostamenti in primo piano

Gli oggetti da acquistare per trasformare la casa di una coppia in una casa a misura di famiglia sarebbero moltissimi, ma almeno 6 sono irrinunciabili. Vediamoli. Anzitutto il trio, ovvero il set di ovetto, passeggino e carrozzina, che servirá agli spostamenti del bimbo nel percorso dei primi anni di vita, quando si dovrà andare in visita da nonni e amici o anche solo per portare il bebè dal pediatra. Il secondo oggetto fondamentale è il lettino, da scegliere con cura sulla base degli spazi disponibili e allestire poi con lenzuola, coperte, piumino. Il terzo oggetto da ricordare sono le radioline da sistemare accanto al lettino e vicino a te in modo da tenere sotto controllo il piccolo quando riposa. Il sistema di monitoraggio del bebè, infatti, permette ai genitori di prendersi un attimo di pausa in salotto, con la certezza che non si perderanno alcun vagito o lamento del piccolo.

L’igiene ha bisogno dei suoi spazi

Continuando nell’elenco degli oggetti utili per cominciare bene, bisogna ricordarsi del fasciatoio, da sistemare nella camera del bebè oppure nel bagno. Vicino ad esso conviene anche organizzare una mensola, oppure un cestino o una scatola dove sistemare i prodotti per il cambio del pannolino, il massaggio e il bagnetto. In questo senso, la voce numero cinque da spuntare dall’elenco sono i pannolini, da acquistare con abbondanza.

A tavola serve comodità

Siesta_FollowMe_OrangeInfine, non si deve dimenticare di inserire nella propria lista (che potrebbe anche diventare la lista nascita da mostrare a parenti e amici che vogliono fare un dono) un seggiolone, per quando il bimbo comincerà ad assaggiare un cibo diverso dal latte. Il momento della pappa è infatti fondamentale nella relazione tra mamma e bambino e va vissuto con comodità e allegria. Ad esempio raccontando storie e cantando filastrocche al piccolo, in modo da creare dei momenti di gioia che restino nella memoria. Per questo il seggiolone va scelto in modo oculato, affidandosi ad aziende specializzate. Come ad esempio Peg Perego, che ha creato il seggiolone per la pappa “Siesta follow me”. Comodo, dotato di cinture di sicurezza, è un oggetto di stile, che vale per due, dato che grazie al suo sistema reclinabile può essere utilizzato anche come comoda sdraietta fin dai primi mesi di vita del bebè. Dotato di uno speciale sistema Stop&Go, infine, “Siesta follow me” si può portare ovunque ed è stato pensato con un sistema blocco freno di grande sicurezza. Anche a prova di fratellino.

Commenti