Yoga, disciplina molto antica che fa bene al corpo e alla mente

29 gennaio 2016

Yoga in gravidanza

2 di 9

Disciplina antica

Disciplina antica

Lo yoga è una pratica molto antica: reperti archeologici trovati sulle rive del fiume Indo (III e II millennio a.C.) fanno riferimento a questa disciplina. E la popolarità di cui gode oggi non si deve solo a mode passeggere, ma anche al fatto che i suoi benefici sono stati documentati scientificamente. In chi pratica lo yoga i tempi del travaglio si riducono ed è minore anche il rischio di dare alla luce un bimbo sottopeso. “Chi non si è mai accostato allo yoga – spiega Clara Chiodini, ostetrica e docente di Ostetricia all’Università di Milano – ne scopre i benefici soprattutto in gravidanza perché, grazie a questa disciplina, in breve tempo si attenuano i disturbi tipici dell’attesa quali mal di schiena, sciatalgia (quell’intenso dolore causato dall’infiammazione del nervo sciatico) e la sensazione di gambe gonfie e pesanti.

Gambe pesanti?Abbandonati allo shiatsu

A chi già lo pratica, invece, lo yoga dona la capacità di entrare in ascolto precoce del proprio bambino e di percepirne i movimenti assai prima di quanto accada normalmente”. Se il medico che segue la futura mamma non individua situazioni particolari di rischio, non sussistono reali controindicazioni allo yoga, neppure nel primo trimestre. “Personalmente, però – avverte Chiodini – suggerisco, per precauzione, a chi non conosce questa disciplina di rimandare l’approccio al secondo trimestre. Senza contare che questo è il periodo in cui le nausee sono passate, tornano le energie e viene voglia di dedicarsi a qualcosa di nuovo.

Hai mal di schiena?Prova anche il pilates

Commenti