apri modal-popupadv apri modal-popupadv

01 agosto 2014

La nausea in gravidanza è un bene per il feto

La nausea in gravidanza è un bene per il feto

Se in gravidanza soffrite delle famose e fastidiose nausee è un buon segno: significa che vostro figlio sta bene. Lo afferma uno studio recente realizzato dall’Hospital for Sick Children dell’università di Toronto e pubblicata su Reproductive Toxicology.che ha preso in considerazione la situazione di 850 mila donne incinte in cinque Paesi diversi.

La ricerca afferma infatti che questi classici sintomi tanto comuni durante i nove mesi sono il segno che il feto è in salute e sta crescendo. I ricercatori hanno analizzato lo stato di salute di 850 mila gestanti, valutando i disturbi tipici della gravidanza come nausea e vomito, ma anche altri, incrociando poi questi dati con lo sviluppo del feto. La conclusione è stata che le donne che in gravidanza non soffrivano affatto di questo genere di problematica avevano il triplo di possibilità di abortire rispetto a quelle che invece accusavano i fastidi.

Secondo i medici dell’ospedale canadese, l’assenza di sintomi può essere un segnale di malformazioni, sviluppo meno sano o eventuali problemi di crescita futura, soprattutto se si tratta di gestanti over 35. Anche per loro però vale la regola per cui le nausee mattutine sono sintomo di benessere per il bambino. Dai dati emerge anche che il numero di parti prematuri si sono ridotti al 6,4% per le donne con i disturbi, mentre per quelle che non provavano nausea erano al 9,5%; le malformazioni nel primo gruppo erano il 30% in meno.

Dunque quando la mattina vi sentite a terra per quel fastidioso senso di nausea tipico dei primi mesi, fate un bel respiro e pensate che il vostro bimbo sta bene. La buona notizia, in conclusione dello studio, è che il coordinatore Gideon Koren i medicinali per ridurre la nausea e il vomito non mettono in pericolo lo sviluppo del feto.

Commenti