Aspetti due gemelli? Servono più attenzioni - Dolce Attesa

07 febbraio 2019

Aspetti due gemelli? Servono più attenzioni

Aspetti due gemelli? Servono più attenzioni

Appena ricevuta la notizia di essere in attesa di una coppia di gemelli, una delle prime domande della mamma è: cosa cambia rispetto a una gravidanza singola? Servono accorgimenti particolari per tutelare il benessere della madre e del bambino? Ecco i consigli di Paola Scavello, ostetrica della Lunanuova.

Il pancione cresce di più

È giusto che sia così, visto che deve ospitare due bambini. La media dell’aumento di peso si aggira tra i 14 e i 18 kg a termine, un incremento al quale contribuiscono la crescita del seno (circa 400 g), dell’utero (“il contenitore”, circa 1000 g), del volume del sangue circolante (circa 1200 g), il peso delle due placente (300-500 g l’una), del liquido amniotico (circa 1400 g), dei due bimbi (circa 2500 g l’uno), e infine l’aumento della massa grassa e la ritenzione di liquidi (circa 5000 g). Questi numeri rappresentano valori medi, naturalmente, e possono variare in funzione della singola donna. L’aumento diventa più evidente nella seconda metà dell’attesa: a volte fino al quinto mese non c’è differenza rispetto a una gravidanza singola.

Aumento di pesoQuanti chili in gravidanza?

Spesso servono integrazioni

Perché la gravidanza proceda al meglio, gioca un ruolo importante prima di tutto l’alimentazione, che deve essere sana ed equilibrata, includendo cibi ricchi di ferro, calcio e vitamine. Il consiglio è mangiare poco e spesso, senza mai restare a lungo digiune. In base alle indicazioni del medico curante, oltre all’integrazione di acido folico, è spesso necessario assumere supplementazioni di ferro, di vitamine B6, C e D, di oligoelementi come zinco e rame, di calcio.

Acido folico8 cose da sapere

Il giusto mix di relax e ginnastica dolce

Nei nove mesi bisogna ascoltare i nuovi bisogni del corpo e assecondarli. Innanzitutto è fondamentale il riposo, perché si sta facendo un grande “lavoro di costruzione”. È meglio evitare di cambiare posizione di scatto, per scongiurare capogiri, imparando a muoversi più lentamente: a un certo punto, sarà l’organismo stesso a mettere la donna in condizione di rallentare. Poiché la gravidanza gemellare espone maggiormente al mal di schiena per l’aumento di peso, si consiglia di fare ginnastica dolce, yoga, corsi di acquaticità per gestanti e tante passeggiate all’aria aperta. Per la ritenzione idrica, dovuta in parte agli ormoni, è bene evitare di stare troppo a lungo in piedi o sedute, fare pediluvi di acqua fredda e calda alternati e idratarsi bevendo.

Sport in gravidanzaEcco i migliori

Controlli più frequenti

La gravidanza gemellare necessita di maggiori controlli clinici, ecografici e di esami di laboratorio: dalla 30ª settimana visite ed ecografie diventano quindicinali. È molto importante controllare la pressione arteriosa, che deve rimanere nei limiti della norma: va misurata di frequente, soprattutto nell’ultimo trimestre. Viene verificato che non si sviluppi il diabete con un esame specifico detto “curva da carico di glucosio”. Si controlla di frequente, tramite l’emocromo, che l’anemia della gravidanza rimanga nei termini fisiologici, e viene monitorato che non si sviluppino infezioni delle vie urinarie.

Gemelli: unattesa un po’ più breve

Le gravidanze gemellari vengono considerate a termine a 37-38 settimane, invece che a 40. I gemelli a termine pesano meno dei loro coetanei “singoli”, ma la loro maturità polmonare si sviluppa comunque in modo adeguato. Occorre ricordare, inoltre, che durante una gravidanza gemellare è ancora più importante informarsi preventivamente sulle settimane successive al parto, magari confrontandosi con le ostetriche o all’interno di gruppi dedicati a chi attende due o più gemelli.

di Mara Pace

Commenti