10 regole da seguire contro i disturbi gastrici in gravidanza

16 maggio 2019

10 regole da seguire contro i disturbi gastrici in gravidanza

10 regole da seguire contro i disturbi gastrici in gravidanza

In gravidanza la vita di una donna cambia, perché si avvia un processo che conduce al parto e a una doppia nascita: quella di un bimbo e di una mamma. Nell’arco di nove mesi il corpo subisce molte modifiche. I capelli splendono, la pelle è in genere più bella, spesso si hanno grandi energie. I disturbi gastrici in gravidanza però sono un problema più comune di quanto non si creda.

Lo stomaco della futura mamma reagisce, infatti, continuamente alle varie fasi della gravidanza che può portare nausea già nei primi tre mesi della gestazione, difficoltà digestive nel secondo trimestre e l’acidità di stomaco che si presenta nei tre mesi finali. Le cause di questi malesseri sono in genere gli sbalzi ormonali e la loro incidenza cambia da persona a persona. Per cercare di prevenire e ridurre questi disagi che rendono la vita della donna in attesa particolarmente complicata, ci sono alcune regole che si possono seguire.

Qualche idea per prevenire i disturbi allo stomaco

Per prima cosa non bisogna sdraiarsi subito dopo aver mangiato.

Poi, conviene arieggiare bene la casa, in modo da avere sempre un apporto di ossigeno adeguato. In questo senso, anche fare ogni giorno una passeggiata all’aria aperta può rivelarsi utile per un benessere fisico generale e per la riduzione dei disturbi gastrici.

Il quarto consiglio degli esperti è quello di evitare di lavarsi i denti subito dopo i pasti e gli spuntini.

Ancora, un sonno regolare e abbondante favorisce il benessere generale della mamma in attesa e quindi influisce anche sulla sua salute a livello di digestione.

Quando ci si sveglia, poi, conviene ricordare di alzarsi lentamente e non di scatto, in modo da evitare gli sbalzi di pressione.

Per quanto riguarda il riposo, va detto che dormire in posizione leggermente sollevata è meglio che giacere piatti sul materasso.

Sul fronte dei comportamenti che giovano al benessere, va ricordato che i viaggi lunghi sarebbero da evitare in questo periodo, perché possono avere un’influenza sull’apparato digestivo.

Quanto all’alimentazione, infine, ci sono due aspetti da considerare. Anzitutto conviene avere un’alimentazione corretta, in modo da non appesantire il nostro corpo, e secondariamente vanno evitati gli odori penetranti e intensi, che potrebbero suscitare delle reazioni a livello di disgusto.

Un pronto intervento per i disturbi gastrici in gravidanza

biochetasiBiochetasi è un farmaco di automedicazione per la salute dello stomaco che può essere assunto sia in gravidanza sia durante l’allattamento. Agisce disintossicando l’organismo e ripristinando la normale funzione dell’apparato digerente e dei processi metabolici. Biochetasi svolge un’azione antiacida e disintossicante grazie alla presenza di acido citrico e citrato di sodio e di potassio e apporta la vitamina B1, che favorisce l’utilizzo degli zuccheri, dei grassi e delle proteine; la vitamina B2, che ripristina il metabolismo glucidico e lipidico e la vitamina B6, che attenua la fastidiosa sensazione di nausea e risulta fondamentale per lo svolgimento di molte funzioni biochimiche.

Per contrastare i disturbi gastrici, si possono assumere un paio di bustine di Biochetasi, sciolte in mezzo bicchiere d’acqua, fino a 3 volte al giorno. Così con un gesto semplice si possono risolvere alcuni dei problemi principali della gravidanza, e vivere a pieno il desiderio e la straordinaria gioia che caratterizzano l’attesa di un figlio.

Biochetasi: pronto intervento per i disturbi gastrici.

Per saperne di più:

Biochetasi è un medicinale. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Aut.Min. 23/04/2019