7a settima settimana di gravidanza | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

7a settima settimana di gravidanza

Tutto quello che devi sapere per la tua settima settimana di gravidanza: cosa ti succede e cosa è ora di fare, per te, per il bimbo e… per il papà!

Come cresce il tuo bambino

settima settimana di gravidanza
settima settimana di gravidanza

Tra la settima e la nona settimana di gravidanza iniziano a prendere una forma definitiva le dita dei piedi, le dita delle mani e la cassa toracica. Ora gli occhi possono essere distinti in modo chiaro e anche le orecchie cominciano a svilupparsi. In questo periodo cominciano a evidenziarsi anche i tratti del viso.(*)

Sapevi che…

La sensibilità al tatto compare nell’area attorno alla bocca.

Cosa ti succede nella settima settimana di gravidanza

7b

La cervice dell’utero forma il “tappo mucoso”, che sigilla l’organo per proteggere il tuo bebè da possibili virus e batteri. Puoi notare una perdita di sangue, che può essere scambiata per mestruazioni giunte in ritardo. Invece, è dovuta all’impianto più profondo dell’embrione nella parete uterina.

Nel primo trimestre avvertirai spesso un senso di stanchezza generale, accompagnato anche da ipersonnia, cioè un accentuato bisogno di dormire. La causa è legata in gran parte al sovraccarico di attività che la gravidanza impone all’organismo. Anche se la pancia non è ancora visibile, il corpo sta già affrontando un super-lavoro. Fin dalle prime settimane di gestazione, per esempio, si ha un notevole incremento della circolazione sanguigna, che costringe il cuore a una maggiore attività, una più elevata produzione di ossigeno da parte dei polmoni e un ulteriore lavoro da parte dei reni. Noterai poi che le trasformazioni del fisico si riflettono anche sulla psiche poiché il nuovo equilibrio ormonale fa sì che il sistema nervoso produca sostanze neuroattive che influiscono sull’emotività e sul tono dell’umore.

Il suggerimento è di assecondare il più possibile il bisogno di riposo. Per esempio, ti puoi coricare prima la sera o ritagliare una pausa di relax nel pomeriggio. Ma, soprattutto, non pretendere di avere le energie e la resistenza di prima!

Dormire in gravidanza!Le cure dolci per l'insonnia

E’ ora di…

Se la nausea ti affligge, ecco qualche “trucco” per ridurla. Si tratta di semplici consigli nonché di sane abitudini che regaleranno benessere a te e al tuo bambino:

  • Cerca di mangiare poco, ma spesso, prediligendo cibi semplici.
  • Nei momenti “a rischio”, come il mattino, tieni sempre a portata di mano un pacchetto di cracker o di biscotti secchi.
  • La sera, evita di andare a letto o, comunque, di sdraiarti subito dopo cena.
  • Consuma molta frutta e verdura per contrastare la stipsi.
  • Evita, per quanto possibile, le situazioni di stress e tutti stimoli esterni come il fumo di sigaretta, gli odori sgradevoli e gli ambienti con aria viziata.
  • Porta sempre con te un pacchetto di mentine o di gomma da masticare allo zenzero (in vendita in farmacia).
  • Sempre in farmacia puoi trovare i braccialetti anti-nausea: stimolando sul polso alcuni punti dell’agopuntura, aiutano a contrastare il disturbo.
  • Valuta, insieme con il medico, la possibilità di assumere un integratore di vitamina B6.
  • Riposa molto.
  • Fai lunghe passeggiate, possibilmente in mezzo alla natura.