6a Sesta settimana di gravidanza | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

6a Sesta settimana di gravidanza

Tutto quello che devi sapere per la tua sesta settimana di gravidanza: cosa ti succede e cosa è ora di fare, per te, per il bimbo e… per il papà!

Come cresce il tuo bambino

sesta settimana di gravidanza
sesta settimana di gravidanza

Dal 26° giorno dal concepimento circa cominciano gradualmente a differenziarsi l’intestino, la vescica e l’uretra, che è il condotto che mette in comunicazione la vescica con l’esterno. Nella zona della testa compaiono due punti microscopici da cui si svilupperanno gli occhi. La circolazione sanguigna è già in funzione.(*)

Cosa ti succede nella sesta settimana di gravidanza

6b

L’areola dei capezzoli tende a scurirsi. Le nausee che probabilmente stai sperimentando sono uno dei disturbi più comuni in gravidanza e tra i primi che compaiono dopo il concepimento; di solito, si esaurisce spontaneamente entro la fine del primo trimestre. La nausea è dovuta all’azione dell’ormone hCG, la gonadotropina corionica umana, prodotto dall’embrione, lo stesso ormone la cui presenza nell’urina della mamma viene rivelata dal test di gravidanza. La nausea compare spesso al mattino, quando sei ancora a digiuno. Per attenuarla è utile mangiare un biscotto o una fetta biscottata prima di alzarsi dal letto. All’origine delle nausee, però, ci possono essere in una certa misura anche la predisposizione familiare e, per alcune, il fattore psicologico.

Dottore ho un problema: che nausea!Segui i video consigli della ginecologa Stefania Piloni

Esami

Ecco gli esami a cui ti dovrai sottoporre quando scopri di essere incinta, possibilmente entro la 13ª settimana:

  • Esami del sangue: emocromo, ferritina, gruppo sanguigno, Fattore Rh, test di Coombs (per individuare una eventuale incompatibilità tra il sangue della madre e il sangue del feto), Rubeo test (ricerca di anticorpi contro il virus della rosolia), Toxo test, HIV, epatite B e C. Nel primo trimestre di gravidanza è necessario anche la misurazione delle transaminasi.
  • Esami delle urine, che dovrai ripetere quasi tutti i mesi.
  • Se il tuo ginecologo lo consiglia, eseguirai anche il test del Citomegalovirus.
  • In caso l’esame della Toxoplasmosi sia risultato negativo, dovrai ripeterlo ogni 30-40 gg.

Per approfondire, Esami in gravidanza: la tua agenda.

La domanda

Ho appena scoperto di essere incinta e sono fortemente sovrappeso. Corro qualche pericolo? Leggi la risposta del ginecologo.

E’ l’ora di…

Se non sei risultata immune alla toxoplasmosi, è importante seguire per tutta la gravidanza queste quattro regole igieniche e comportamentali:

  • non consumare carni crude o “al sangue” e gli insaccati (concessi solo prosciutto cotto e mortadella);
  • se c’è un gatto in casa, maneggia sempre con i guanti la sua lettiera, ma meglio delegare questa operazione. Nutrilo esclusivamente con croccantini e scatolette ed evita che vagabondi in spazi poco controllati;
  • lava sempre e con molta cura gli ortaggi crudi. L’ideale è lasciarli qualche minuto in ammollo in acqua e bicarbonato di sodio;
  • indossa sempre i guanti quando fai giardinaggio, anche sul terrazzo di casa, poiché il terreno potrebbe essere contaminato.