30a trentesima settimana di gravidanza | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

30a trentesima settimana di gravidanza

Cosa succede a te e al tuo bambino nella trentesima settimana di gravidanza: tanti consigli, anche per i papà!

Come cresce il tuo bambino

trentesima settimana di gravidanza
trentesima settimana di gravidanza

Intorno alla 30ª-31ª settimana il condotto uditivo e il timapano sono già piuttosto efficienti, quindi i suoni esterni vengono recepiti dal bambino, anche se in modo ovattato. A fronte di rumori forti comunque sobbalza, mentre la voce della mamma lo tranquillizza. Le cavità del cuore sono formate e il muscolo cardiaco, che prima pulsava velocemente, tende a rallentare il ritmo. Attraverso un semplice stetoscopio il medico può sentire il battito del cuoricino e farlo ascoltare alla mamma e al papà. (*)

Sapevi che…

Di solito intorno alla 30ª settimana di gravidanza, il bambino assume la posizione più adatta per la discesa lungo il canale del parto: il capo rivolto verso il basso, l’asse longitudinale del corpo parallelo a quello della madre, la testa piegata in avanti, con il mento appoggiato allo sterno, le gambe e le braccia flesse e raccolte sul tronco.

Podalica, cefalica, di faccia, di traverso... In che posizione si presenta al parto?

Cosa ti succede nella trentesima settimana di gravidanza

30b

Negli ultimi mesi è facile accusare dolori alla schiena, non di rado accompagnati da formicolio e dolore alle gambe. Per alleviare i disturbi, innanzitutto bisogna evitare di ingrassare più del necessario. Se però i dolori si fanno ugualmente sentire, è utile fare un po’ di stretching o di yoga. Ad esempio, si può provare con questi esercizi:

  • seduta con le gambe incrociate, allunga le braccia verso l’alto, come se volessi afferrare qualcosa;
  • sdraiata su un fianco, cerca di abbracciare le ginocchia, rannicchiandoti in modo da allungare i muscoli dorsali;
  • carponi, esegui il tipico movimento del gatto, inarcando e distendendo la schiena lentamente.

Inoltre, riposati più volte durante la giornata sdraiandoti sul fianco destro per circa 10-15 minuti in modo da decontrarre la colonna e i muscoli che la sostengono.

La domanda

Sono alla 30ª settimana di gravidanza e non ho affatto la linea alba addominale. Come mai? Leggi la risposta dell’ostetrica.

Esami

Tra la 30ª e la 32ª settimana si esegue l’ecografia del terzo trimestre: serve a valutare la crescita del feto in rapporto alla sua età gestazionale.

E’ ora di…

Pensare al suo nome! Ogni nome reca una certa carica di destino, disse lo scrittore Tommaso Landolfi, per non citare il più noto. Nomen omen: un nome, un presagio, secondo quanto affermato da Plauto. D’altro canto, il consiglio è quello di non scegliere nomi troppo altisonanti, in grado di mettere in difficoltà chi è destinato a portarli (e se Cesare Augusto diventasse un tipo mingherlino o Morgana una bibliotecaria con gli occhiali?). Meglio poi non seguire le mode, che spesso suggeriscono di ispirarsi a personaggi dello sport o dello spettacolo. Merita attenzione anche l’accostamento fra nome e cognome (i signori Lucente farebbero bene a non chiamare la figlia Stella). E infine controllate le iniziali: forse è meglio evitare la doppia esse (che evoca le SS tedesche), come la doppia p (che ha una liquida assonanza). E che dire di Walter Cortesi? Nome apparentemente innocuo, ma con la poco lusinghiera sigla WC!

Per scoprire il significato dei nomi, le date degli onomastici e trovare nuovi spunti, cerca nel database Scegli il nome!