27a ventisettesima settimana di gravidanza | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

27a ventisettesima settimana di gravidanza

Cosa succede a te e al tuo bambino nella ventisettesima settimana di gravidanza: tanti consigli, anche per i papà!

Come cresce il tuo bambino

ventisettesima settimana di gravidanza
ventisettesima settimana di gravidanza

Intorno alla 27ª settimana il piccolo ha sviluppato quattro dei cinque sensi: l’udito, l’olfatto, il tatto e il gusto. Per la capacità visiva si deve attendere, perché è solo a partire dalla 34ª settimana cica che le pupille del bambino cominciano a reagire agli stimoli luminosi.(*)

Cosa ti succede nella ventisettesima settimana di gravidanza

L’aumento di peso avviene da ora in avanti in maniera decisamente più rapida rispetto a prima.
Oltre a schiacciare il diaframma rendendo più difficoltoso il respiro, il pancione comprime anche lo stomaco. Ecco perché nell’ultimo trimestre si possono avere maggiori difficoltà digestive, accompagnate da una sensazione di bruciore alla bocca dello stomaco o fino alla gola: si parla in tal caso di reflusso gastro-esofageo, perché il materiale gastrico tende a risalire lungo l’esofago. Per alleviare i disturbi, spesso davvero fastidiosi, conviene seguire alcune regole:

  • fraziona i pasti in tanti piccoli spuntini nell’arco della giornata;
  • evita i cibi troppo grassi e alimenti come cioccolata, nocciole, menta nonché bevande quali caffè o tè;
  • non sdraiarti subito dopo mangiato: meglio far passare almeno un paio d’ore tra la cena e il sonno;
  • se riesci, infine, dormi con due cuscini sotto la testa.
Bruciori di stomaco: ne parla la ginecologa Stefania PiloniGuarda il video

E’ ora di…

27b

Iscriverti al corso preparto! Se stai cercando quello più adatto a te, tieni presente che i corsi di accompagnamento alla nascita stanno cambiando: i nuovi modelli stanno rimettendo al centro le esigenze delle singole mamme in attesa, quindi sono più flessibili, aperti e diversificati. Il Piano Sanitario Nazionale, per legge, li richiede infatti precoci, con orari comodi e una metodologia che punti a valorizzare le risorse di ciascuna mamma e coinvolgenti. Per aiutarti nella scelta, ecco le formule ideali per le tre più diffuse categorie di future mamme: Corso preparto, uno per ogni esigenza.