21a ventunesima settimana di gravidanza | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

21a ventunesima settimana di gravidanza

La ventunesima settimana di gravidanza! Fatto il “giro di boa”, vediamo come cresce il bambino nel pancione, cosa succede al nostro corpo e qualche utile consiglio.

Come cresce il tuo bambino

ventunesima settimana di gravidanza
ventunesima settimana di gravidanza

Finiscono di svilupparsi le terminazioni nervose sulle punte delle dita e il bimbo inizia a toccare il suo corpo, il cordone ombelicale e le pareti dell’utero. Il cordone ombelicale continua a diventare più spesso e più lungo, dato che il sangue viaggia sempre con più vigore attraverso il corpo del bambino.

Il cordone ombelicaleCom'è fatto e qual è la sua funzione

Cosa ti succede nella ventunesima settimana di gravidanza

21b

Da ora in avanti è possibile che ti capiti di svegliarti più spesso durante la notte per fare pipì, a causa dell’aumentata funzionalità dei reni. Ma di solito non ci sono problemi di insonnia. La pressione dell’utero sulle vene addominali può iniziare a causare gonfiore ai piedi e alle gambe. Sia nel 2° sia nel 3° trimestre può manifestarsi un fastidioso prurito cutaneo. Se le analisi del sangue sono nella norma, il disturbo è riconducibile alla distensione della cute (e allora è sufficiente idratarla) oppure agli ormoni della gravidanza: in tal caso possono anche comparire dei ponfi, ma il fastidio tende ad attenuarsi e a scomparire da solo.

Esami

In gravidanza è opportuno tenere sotto controllo la pressione del sangue. Nella prima metà della gravidanza è sufficiente misurarla durante la visita periodica dal ginecologo (in genere una volta al mese). Nell’ultimo periodo, invece, è bene farla controllare più spesso per verificare che non vi siano innalzamenti sospetti, che potrebbero indicare una condizione di preeclampsia. Nella forma grave la preeclampsia, oltre ai due segni chiave (ipertensione e albuminuria), si può manifestare con cefalea, irritablità marcata, alterazione della vista, mal di stomaco, nausea e vomito.

E’ ora di…

Una “spolverata” di spezie sui piatti può migliorare sensibilmente la qualità dell’alimentazione, e questo vale anche per te futura mamma. A patto, però, di tenere conto di alcune limitazioni legate alla particolare condizione dell’attesa. Per esempio, meglio limitare l’uso di anice e cucurma, mentre dai pure il via libera al peperonicino, dall’azione anti-stress, dimagrante e disinfettatnte!

Se vuoi scoprire come e quali spezie puoi usare in gravidanza, leggi Cambia gusto con le spezie.