Aumentare la fertilità maschile in 10 mosse | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Aumentare la fertilità maschile in 10 mosse

Aumentare la fertilità maschile in 10 mosse

Come aumentare la fertilità maschile? I problemi di fertilità non riguardano unicamente le donne. Negli ultimi anni infatti la fertilità degli uomini ha subito una notevole calo, come dimostrano numerosi studi recenti. La percentuale di milioni di spermatozoi per millilitro si sarebbe quasi dimezzata e questo fenomeno unito alla diminuzione della fertilità femminile a causa di gravidanze programmate in età sempre più avanzata, non fa che aumentare il problema della fertilità.

Le cause dell’infertilità maschile sono varie:  non solo condizioni soggettive patologiche, ma anche aspetti ambientali o abitudini di vita. Dunque, dove non intervengano problemi genetici, un corretto stile di vita può favorire l’aumento della fertilità maschile.

Come aumentare la fertilità maschile in 10 mosse

  1. Cercare di avere rapporti più di due volte la settimana è un toccasana per la vita degli spermatozoi. Non esiste una regola sulla frequenza, ma pare sia meglio evitare lunghi periodi di astinenza. Inoltre la mancata eiaculazione per diversi giorni fa aumentare il rischio di prostatite, cioè l’infiammazione alla prostata, nociva per la fertilità maschile.
  2. Fare l’amore con gioia: molti studi evidenziano che il sesso divertente e soddisfacente può incrementare del 50% nell’uomo la produzione di spermatozoi (British Fertility Society). E’ sbagliatissimo finalizzare il rapporto al solo concepimento, meglio perseguire sempre il piacere e la soddisfazione della coppia.
  3. Evitare l’alcool: le bevande alcoliche riducono i livelli di testosternoe e quindi influiscono sulla qualità e quantità della produzione degli spermatozoi.
  4. Smettere di fumare: il fumo contiene delle sostanze chimiche che riducono sensibilmente le capacità di fecondare.
  5. Ridurre la caffeina: bere massimo due o tre tazzine di caffè al giorno.
  6. Perdere peso: il sovrappeso influisce sulla circolazione sanguigna e in un secondo momento sulla fertilità. Inoltre l’obesità crea un eccesso di estrogeno (ormone sessuale femminile) e un abbassamento del testosterone, che riduce il numero di spermatozoi.
  7. Evitare “surriscaldamento” dei testicoli:per una buona produzione di spermatozoi i testicoli devono essere a una temperatura più bassa di quella corporea, per questo vanno evitati i pantaloni o la biancheria intima troppo stretta, e ridotte attività come la bicicletta o la sauna che li possono riscaldare eccessivamente.
  8. Fare sport con criterio: una moderata attività fisica aiuta la fertilità mentre il troppo esercizio fisico influisce negativamente sulla produzione di spermatozoi.
  9. Sana alimentazione: una dieta varia e bilanciata aiuta nella cura della fertilità. In particolare non devono esserci carenze di zinco che ha la funzione di attivare gli spermatozoi, vitamina C, acido folico e selenio.
  10. Non vergognarsi di parlare apertamente con la propria compagna e con il medico: è sbagliato vivere i problemi di fertilità in solitudine, meglio cercare il  giusto supporto anche psicologico e medico per affrontare terapie ed esami clinici.

Commenti