apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Ritmi, giochi e suoni di casa per dormire bene in vacanza

Ritmi, giochi e suoni di casa per dormire bene in vacanza

Le vacanze sono un momento di gioia per la famiglia, ma impongono di spostarsi da casa e viaggiare, magari per un tempo prolungato. Due circostanze che possono destare preoccupazione e procurare problemi, specialmente se si hanno bambini piccoli.

Addormentarsi è questione di abitudini

Quando si affronta il cambiamento legato alla vacanza uno degli ambiti più delicati è quello del riposo. Il sonno, infatti, è un bisogno essenziale per i piccoli, ma spesso anche una fatica, perchè chiudere gli occhi significa allontanarsi dai genitori, punto di riferimento irrinunciabile. Per ovviare al rifiuto del sonno, i genitori devono instaurare delle abitudini precise, in modo da rassicurare il figlio. Occorre mantenere orari fissi e avere “percorsi” codificati, come ad esempio il bagnetto, il massaggio, il pigiamino, la lettura di una storia.

Giocattoli educativiIn pochi mesi il mondo si rivela!

La routine serve anche in vacanza

Quando però si va in vacanza questi ritmi vengono scardinati. L’obiettivo dei genitori deve essere quello di mantenere almeno alcuni aspetti, cercando di tradurli nel nuovo contesto in cui si trovano. Quindi l’ora si può ritardare, ma conviene non dimenticarsi ad esempio di fare un massaggio e qualche coccola dopo aver indossato il pigiama e cantare una filastrocca. Anche l’ambiente dove si dorme, che non è la “solita” cameretta, deve cercare di ricrearne l’atmosfera.

prodotti-fisher

Piccole cose che vanno messe in valigia

Un trucco vincente può essere quello di mettere in valigia la giostrina, che normalmente sta appesa sopra il letto del bambino, come quella degli orsetti di Fisher-Price (1), azienda che dal 1930 propone alle famiglie giocattoli che stimolano l’immaginazione. Posizionarla sul lettino delle vacanze significa ripristinare un elemento caratteristico della fase del riposo. Anche il suono del carillon che si ascolta a casa può servire. In questo senso un alleato ideale è la Giraffina Baby Relax di Fisher-Price (2), che aiuta a calmare il piccolo con venti minuti di musica e suoni rilassanti, tra cui dieci canzoncine tranquillanti, suoni relax e della natura. I suoni, le immagini e i colori abituali, sera dopo sera, renderanno il momento dell’addormentamento lo stesso di sempre, anche a migliaia di chilometri di distanza.

Ovunque come a casa

Infine, portarsi dietro qualche piccolo giocattolo o dei sonaglietti, che normalmente fanno parte dell’ambiente del piccolo, serve a ricostruire una routine che gli dia sicurezza. Un esempio è il Proiettore Orsetto Dolci Sogni (3), che riproduce stelle sul soffitto, suoni della natura, rumori bianchi e melodie, ma soprattutto ha al proprio interno un tenero orsacchiotto che si può estrarre e coccolare. Così in auto o in aereo, il bambino potrà stringere a sè un sonaglio o un peluche, ovvero qualcosa che appartiene al suo mondo, e sentirsi appagato.

Commenti