Respirare bene anche di inverno è possibile!
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Respirare bene anche di inverno è possibile!

Respirare bene anche di inverno è possibile!

L’inverno è per i bambini una stagione molto curiosa e divertente perché nevica: si mettono la giacca pesante e via, fuori di casa a giocare! Troppo freddo però non va bene: è più facile ammalarsi. Meglio stare a casa, al caldo. Ma è davvero così?

Gli ambienti chiusi, a scuola come a casa, possono ospitare molte sostanze potenzialmente tossiche, tra cui batteri, spore, composti organici volatili. È un fattore di rischio molto grande, che vede i bambini più vulnerabili degli adulti in quanto il loro sistema immunitario è ancora immaturo, respirano velocemente. Inoltre la concentrazione degli inquinanti è relativamente maggiore in un corpo di peso minore come è quello dei più piccoli.

L’inverno è poi, un il momento dell’anno più carico di inquinanti: il clima in inverno fa in modo che le sostanze inquinanti rimangano bloccate a livello del suolo. L’alta pressione atmosferica, infatti, unita all’inquinamento generato dal riscaldamento delle case e dal maggiore traffico veicolare, possono rendere l’aria irrespirabile, a tal punto da dover limitare (e a volte addirittura bloccare) il traffico.

NataleCosa regalare per le feste?

Questo ha ripercussioni anche dentro casa, così come dentro le scuole, le biblioteche, in tutti i luoghi chiusi dove, oltre all’inquinamento che viene dall’esterno, si aggiunge quello che viene dalle sostanze utilizzate nelle pitture tradizionali, negli arredi, nei prodotti per l’igiene della casa, i cosiddetti VOC (Composti Organici Volatili). Si tratta di sostanze in alcuni casi molto tossiche i cui effetti includono, a seconda delle concentrazioni, irritazioni agli occhi, al naso e alla gola, mal di testa, nausea, vertigini, asma. Ma possono generare, a lungo andare, effetti cronici che comprendono danni ai reni, al fegato, al sistema nervoso centrale; un’esposizione prolungata a composti come benzene e formaldeide può essere responsabile della comparsa del cancro. È per questo che occorre scegliere con attenzione di cosa ci si circonda. Un altro elemento di rischio viene dai batteri, alcuni dei quali sono oggi anche resistenti agli antibiotici. Si tratta di un rischio potenziale molto alto, in quanto possono causare problemi alla salute, gravissimi, e in alcuni casi anche mortali.

Un grande aiuto viene dalle nuove tecnologie dei materiali che permettono di avere un ambiente interno più pulito e confortevole migliorando le condizioni di salute di grandi e piccini.

Airlite è una innovativa pittura che purifica l’aria di casa. In pratica questa speciale “pittura” genera, attivata dalla luce, uno strato di ioni naturali disinfettanti sulla superficie, eliminando muffe, spore e batteri, ma anche cattivi odori e riducendo notevolmente la concentrazione dei gas nocivi, come gli ossidi di azoto prodotti dai gas di scarico delle automobili. Airlite elimina le sostanze inquinanti trasformandole in sostanze inerti, in modo 100% naturale, grazie all’energia della luce solare. Inoltre è del tutto priva di resine e di solventi chimici, che possono essere pericolosi per la salute. Dipingere una superficie di 100 m2 con Airlite riduce l’inquinamento dell’aria al pari di un’area di 100 m2 coperta da alberi ad alto fusto. In pratica con questa tecnologia si possono trasformare le pareti di casa propria in un depuratore d’aria naturale, che usa solo l’energia della luce. Un rimedio semplice ed efficace per tutelare la salute della tua famiglia. Airlite non costa molto di più di una buona pittura. Inoltre, offre un’applicazione facile e durevole nel tempo e, grazie alla sua formula naturale grazie alla quale è completamente priva di VOC, si asciuga velocemente anche a finestre chiuse, senza esalare vapori nocivi o odori spiacevoli: a differenza delle comuni vernici, è quindi utilizzabile anche in inverno.

Commenti