apri modal-popupadv apri modal-popupadv

12 aprile 2015

Come riconoscere le contrazioni del travaglio?

 Ecco tutto quello che c'è da sapere

Come riconoscere le contrazioni del travaglio?

Quando mancano poche settimane al parto, può succedere che la futura mamma confonda le contrazioni irregolari preparatorie con quelle del travaglio vero e proprio. È importante saper riconoscere la differenza tra i due tipi di contrazione. Le prime sono infatti irregolari sia per frequenza che per durata e intensità, con dolori simili a quelli mestruali. In questa fase non è necessario recarsi in ospedale.

Nella fase del travaglio vero e proprio si passa invece a contrazioni regolari, dolorosamente crescenti, che avranno una frequenza di una ogni circa 15-20 minuti per le prime due ore, fino a diventare sempre più ravvicinate, con una durata di 40-60 secondi, fino a un  loro susseguirsi ogni 4 o 5 minuti.

Ecco le caratteristiche principali che contraddistinguono le due fasi del parto (pre-travaglio e travaglio) riassunte in una tabella pratica da consultare.

Caratteristica

Pre-travaglio  

Travaglio

Frequenza

irregolare e che non aumenta

Regolare e che aumenta col passare del tempo

Lunghezza

irregolare

da 40 a 60 secondi

Intensità

simile a dolori mestruali

con dolore sempre più intenso: la contrazione comincia debolmente, raggiunge la massima intensità, poi decresce fino a sparire

Localizzazione

basso addome

dalla zona superiore dell’addome o dalle lombari, il dolore si espande al basso ventre

Commenti