apri modal-popupadv apri modal-popupadv

12 febbraio 2018

Baby shower pensando ai Windsor, per un corredino di qualità!

Baby shower pensando ai Windsor, per un corredino di qualità!

In Gran Bretagna si attende con ansia l’arrivo del terzo pargolo di casa Windsor, in aprile. Osservando Kate Middleton, moglie del principe William, molti giornali scandalistici sussurrano che si tratterà di una femmina, per via della pancia alta e grande, ma nulla è dato sapere in anticipo. Anche sulla fase di preparazione alla nascita rimangono molti segreti, ma è probabile che la duchessa di Cambridge guardi con attenzione al baby shower per il nascituro, organizzato magari con la collaborazione di Megan Markle, l’ex attrice che a maggio sposerà Harry, il fratello di papà William. Visto che proviene dall’America, terra che ha sviluppato in grande stile la tradizione della festa preparto, “zia” Megan potrebbe essere la persona ideale cui affidarsi.

Il baby shower, peraltro, è ormai una tradizione molto diffusa in tutto il mondo e anche in Italia. Rappresenta un momento topico nella fase di avvicinamento alla nascita, in quel periodo in cui la futura mamma deve cominciare a dare sembianze fisiche al suo piccolo e pensare al corredino più adatto per lui. Soprattutto per le mamme che amano lo stile e sono abituate a circondarsi di oggetti e abiti di gran gusto, questa occasione è divertente, visto che prevede torta, giochi e lista nozze per i doni. “La tradizione del baby shower affonda le sue radici nei rituali di presentazione che facevano parte già delle culture antiche. In India al settimo mese di gravidanza si pettinano e ungono i capelli della mamma, rendendola bella per il tempo del parto, ma anche nella cultura islamica le amiche si prendono cura della gravida con attenzioni e cure – spiega Luca Pozzi, psicologo dell’Italian Medical Centre di Londra. Si tratta di un rito che serve ad evidenziare un passaggio psicologico importante della donna, che sta per diventare madre, con caratteristiche, impegni e prospettive diverse”.

Il baby shower sancisce questa trasformazione intima e profonda e, allo stesso modo, la preparazione del corredino rappresenta la concretizzazione di un evento – appunto la nascita – che prima era stato solo desiderato e immaginato. “L’importante è che in questa fase rituale non vengano caricare troppe aspettative sulla madre, che ha già altre cose a cui pensare – insiste l’esperto. Le amiche e parenti devono accogliere la donna, coccolarla e aiutarla, in modo da farle capire che dopo la nascita, quando potrebbero sorgere dei momenti di difficoltà, non sarà sola perchè loro resteranno al suo fianco”.

Per il corredino la parola d’ordine è qualità

Anche nella preparazione del corredino di partenza il ruolo di consiglio è fondamentale. Qualche puerpera acquista tutto da subito, altre si accontentano dell’essenziale e vedono poi se i doni di amici e conoscenti colmano le lacune rimaste. Approcci diversi, che devono essere accomunati da un aspetto fondamentale: quello della qualità. Perché che si parli di tutine, calze, pannolini, creme o biberon la regola deve essere quella di prodotti adatti all’età e realizzati da aziende esperte e qualificate. Affidarsi al primo venuto o farsi accalappiare da sconti e offerte, talvolta, significa offrire al proprio bambino una partenza con il “piede sbagliato”.

collezione couture suavinex

 

L’ideale connubio tra stile e competenza

Per quanto riguarda mamme e papà amanti dello stile e del gusto, ad esempio, è essenziale scegliere i prodotti di aziende che hanno saputo dimostrare nel corso degli anni, la loro capacità di ispirarsi alla moda e regalare sogni. Come accade, ad esempio, con Suavinex, brand di riferimento nel mondo della prima infanzia. L’azienda ha appena lanciato una nuova collezione Couture, che sorprende per la sua originalità. Biberon, ciucci e catenelle hanno decori raffinati e orientaleggianti. Inoltre biberon e i succhietti della nuova collezione Suavinex sono realizzati in poliammide, un materiale privo di bisfenolo A, simile al vetro ma resistente come la plastica, trasparente, leggero e pratico. Nella collezione rientrano tre biberon, cinque succhietti per le diverse età e sei clip, ausilio prezioso per evitare la perdita del succhietto.

Commenti