apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Seno, punto forte della gravidanza

Aumento del seno in gravidanza; bello, sodo e aumentato nel volume. Ecco come prevenire smagliature e possibili inestetismi durante l'aumento del seno in gravidanza

Seno, punto forte della gravidanza

Responsabili dell’innegabile aumento del seno in gravidanza sono gli ormoni, che provocano un aumento di volume delle ghiandole mammarie e del tessuto adiposo circostante. Un aumento che si rende ancora più evidente dopo il parto, con l’arrivo della montata lattea. Ma un seno che in pochi mesi conquista una-due taglie in più implica, però, un maggior rischio di smagliature, inestetismi determinati dalla rottura delle fibre connettive che non riescono a resistere all’improvvisa tensione alla quale sono sottoposte.

Strategie antismagliature

La strategia migliore per limitare i danni è giocare d’anticipo adottando, sin dall’inizio della gravidanza, una serie di misure preventive per mantenere la pelle elastica e resistente ai bruschi cambiamenti di questo periodo. Per questo sotto la doccia, usa un olio da bagno che lascia sulla pelle un leggero film lipidico che preserva l’equilibrio della pelle e fai spugnature di acqua fredda sul seno.

Una volta alla settimana esegui una pulizia più accurata con un prodotto esfoliante che, rimuovendo le impurità superficiali e le cellule morte, favorisce il rinnovamento epidermico e l’assorbimento delle creme. L’ideale è adoperarne un tipo adatto alle pelli delicate, indicato sia per il viso sia per il décolleté: rispetto ai cosmetici per il corpo contiene granuli più fini. Inoltre, è arricchito da principi attivi idratanti e nutrienti, come l’olio di jojoba.
Durante il giorno indossa sempre il reggiseno e sceglilo della misura adatta: una taglia troppo comoda non assicura il giusto sostegno. È probabile che nel corso dei mesi sia necessario cambiare taglia, per adattarla alle normali variazioni di volume.

Ricordati di bere tantoper te e per il feto

I prodotti per idratare e nutrire

Particolarmente importante, poi, è applicare con costanza cosmetici specifici, in grado di aumentare l’elasticità e l’idratazione della cute. I prodotti possono essere utilizzati tranquillamente non solo durante i nove mesi, ma anche nel periodo dell’allattamento, evitando di applicare la crema vicino al capezzolo, perchè il bebé non la ingerisca.

Ma come scegliere il prodotto giusto? Quali sono i principi attivi più indicati per la bellezza del seno?
Per prevenire le smagliature, ma anche per attenuare quelle già comparse, è adatto l’acido boswelico, dall’azione antinfiammatoria ed elasticizzante. Ottime anche le sostanze antiossidanti, come la vitamina A ed E, che aiutano a ristrutturare le fibre di collagene e contrastano l’invecchiamento cutaneo.
Per fornire il giusto nutrimento alla cute, indicati il burro di karitè e le ceramidi, mentre per garantire le giuste riserve di idratazione, uno degli ingredienti migliori è l’acido ialuronico, che impedisce l’evaporazione di acqua dalla superficie cutanea. Se la pelle appare particolarmente secca, prima dell’applicazione della crema si può stendere su tutto il seno qualche goccia di acido ialuronico in gel, con azione reidratante.
Per un trattamento più intensivo, perfetto ad esempio se si nota già qualche smagliatura sulla pelle, si può ricorrere alle fiale, con principi attivi in concentrazioni più elevate rispetto alle creme, come ad esempio idrolizzati di elastina, dall’effetto tonificante ed elasticizzante. Si assorbono rapidamente e sono l’ideale se non si ama la sensazione di unto sulla pelle.

Ma quante volte occorre applicare i cosmetici?

Una o, ancora meglio, due volte al giorno: se al mattino si stende la crema, alla sera si può completare il trattamento con un olio di mandorle dolci, molto emolliente e naturalmente ricco di vitamina E.  Per favorire l’assorbimento del prodotto, meglio massaggiarlo con leggeri movimenti dal centro del seno verso l’esterno e verso l’alto, fino al collo.

Prepara il capezzoliper non soffrire

E dopo l’allattamento…

Quando il periodo dell’allattamento si conclude, la situazione ormonale torna a essere quella del periodo precedente la gravidanza: la mammella appare quindi più vuota e la pelle mostra alcuni segni di cedimento. Il più delle volte, dopo il rilassamento iniziale, il seno riprende il suo tono e migliora decisamente il suo aspetto. Se così non fosse, si può ricorrere alla medicina estetica, fermorestando, però, che certi interventi (biostimolazione, radiofrequenza) non riescono a risollevare il décolleté o a regalare una taglia in più di reggiseno, ma solo a migliorarne l’aspetto. Inestetismi più marcati si correggono solo chirurgicamente.

Commenti