PRIMA E DOPO: con Nataly, ogni momento è magico | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

PRIMA E DOPO: con Nataly, ogni momento è magico

Nataly ha ormai un mese e mezzo. Mamma Federica, papà Denis e i fratelli maggiori Martin ed Ellen vivono con gioia ed emozione queste prime settimane di vita a cinque

PRIMA E DOPO: con Nataly, ogni momento è magico

Come è andata la nascita di Nataly?

Avevo paura di non arrivare in tempo in ospedale, visto che il punto nascita vicino a casa dove ho partorito i miei primi due figli è stato chiuso. Forse mi ero illusa che, trattandosi del terzo parto, sarebbe stato veloce: invece, il travaglio è durato otto ore come coi primi due, quindi non c’è stata nessuna corsa precipitosa verso l’ospedale di Merano (che dista poco più di un’ora). Sono stata seguita da ostetriche di grande professionalità e umanità, senza dimenticare l’aiuto fondamentale di mio marito, seppur sofferente per un inopportuno colpo della strega. Quando ho finalmente stretto Nataly tra le braccia, la gioia è stata immensa: primo, secondo o terzo figlio, l’emozione è sempre la stessa.

Durante la gravidanza le tue emozioni si sono mescolate a quelle di Martin ed Ellen, impazienti di conoscere la sorellina. Come è stato il loro primo incontro?

Ho partorito di notte. Martin ed Ellen erano a dormire dalla nonna e hanno avuto la bella notizia al mattino, appena svegli.  Sono subito venuti a trovarmi in ospedale ed erano agitatissimi. Guardavano incantati la sorellina appena nata, la osservavano muoversi e dormire come se fosse un miracolo, quasi increduli nel vederla in carne e ossa davanti a loro, dopo averla accarezzata per mesi nella mia pancia.

E il rientro a casa?

Mio marito è venuto a prendermi all’ospedale insieme ai bambini: è stato davvero bello tornare a casa in cinque! I primi giorni li abbiamo vissuti quasi sospesi, in un’atmosfera che ci sembrava irreale. La sentivamo piangere al suo risveglio e ogni volta ci guardavamo sorpresi dalla felicità di averla tra noi.

Martin ed Ellen hanno 11 e 8 anni e hanno esigenze e ritmi completamente diversi da quelli di una neonata. Come te la stai cavando?

Nataly è una bambina molto tranquilla e dormigliona. L’allatto al seno, si è regolarizzata fin da subito con le poppate  e dorme già tutta la notte. Martin ed Ellen mi aiutano molto, sia con la piccola sia con alcuni semplici lavori di casa, come apparecchiare o fare i letti. Il momento del pranzo è il più difficile da organizzare: Nataly si sveglia proprio a mezzogiorno, quando dovrei cucinare per Denis che torna dal lavoro e i bambini che escono da scuola. I primi giorni ero davvero nel pallone e non riuscivo a prestare la dovuta attenzione a Martin e Ellen, che volevano raccontarmi come era andata la loro mattinata. Chiaramente loro due hanno esigenze “da grandi”: vanno accompagnati ai corsi, dagli amici, ai vari impegni scolastici ed extra. Non sempre è facile, ma stiamo piano piano trovando un equilibrio.

Come è essere mamma per la terza volta? Ti senti cambiata rispetto a quando è nato Martin?

Col terzo figlio si è naturalmente meno impacciati. Sono libera dalle preoccupazioni delle neomamme sulla crescita, la nanna, le poppate… Nessuna corsa a comprare vestiti e il necessario, perché si possono riutilizzare tutte le cose dei fratelli maggiori, con un notevole risparmio. Però, devo dire che sono più apprensiva su altre questioni. Per esempio, Martin ed Ellen hanno da subito dormito nella loro stanza ed ero molto rigida su questa regola. La culla di Nataly, invece, è nella camera matrimoniale: per ora non me la sento proprio di spostarla. Cerco di godermela in ogni momento, soprattutto perché so che sarà l’ultima figlia. Per noi il tre è davvero il numero perfetto!

Monica Gabrielli

 

Facciamo un passo indietro. Come ha vissuto la sua terza gravidanza mamma Federica insieme a Martin, Ellen e papà Denis?  Leggi il primo racconto…

Tra poco saremo in 5Il racconto della gravidanza

Commenti