Preparati al parto con Qi Gong e Tai Ji | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Preparati al parto con Qi Gong e Tai Ji

Preparati al parto con Qi Gong e Tai Ji

Il Qi Gong, che letteralmente significa lavorare con l’energia, consiste in una serie di semplici esercizi che mirano a sviluppare la forza vitale, a instaurare una respirazione naturale profonda e a concentrare, calmare ed equilibrare la mente. La pratica del Tai Ji, alla lettera Suprema Polarità, prevede invece l’esecuzione a un ritmo lento di varie sequenze di movimenti circolari, fluidi e armoniosi, che rilassano sia il corpo sia la mente.

I movimenti lenti, dolci e armonici di queste discipline aumentano la produzione di endorfine da parte dell’organismo, sostanze dotate di proprietà analgesiche che danno benessere fisico e mentale ed è per questo che aiutano le donne in attesa a ritrovare calma, tranquillità e pace interiore. Attraverso l’allineamento corretto del corpo il CHI, l’energia vitale, scorre fluidamente aumentando le difese immunologiche e attenuando gli stati ansiosi, mentre la corteccia cerebrale sperimenta una condizione di calma e riposo.

Il Qi Gong e alcune semplici forme di Tai Ji sono facili da imparare e sono molto utili nei corsi di preparazione al parto. Inoltre, in tutti i tipi di corsi di accompagnamento alla nascita la pratica di queste arti  può essere affiancata con ottimi risultati allo stretching, allo yoga, alle visualizzazioni e alle tecniche di rilassamento.

Un grande ventaglio di benefici
La pratica costante di questa ginnastica speciale rende il corpo più agile e armonioso, migliorando la postura. In gravidanza, un assetto corretto è fondamentale per “portare” il pancione senza problemi. Ecco i benefici.

  • L’allungamento della colonna vertebrale nella posizione base del Tai Ji e del Qi Gong previene e cura il mal di schiena dovuto all’allentamento dei muscoli lombari a causa dell’ormone relaxina.
  • Posizione base e movimenti lenti espandono il torace, riducendo la pressione sul cuore e sui polmoni con conseguente miglioramento della respirazione e della circolazione sanguigna di madre e bambino.
  • Nei primi mesi di gestazione la maggiore ossigenazione di tessuti, ossa e muscoli allontana nausee e stanchezza.
  • Altro notevole beneficio di queste discipline cinesi è la stimolazione del drenaggio linfatico, che previene e attenua gli edemi agli arti superiori e inferiori.
  • Per accogliere le paure e il dolore: la sensazione di dolore è sempre soggettiva. Praticando Qi Gong e Tai Ji in gravidanza cambia anche l’atteggiamento mentale, che diventa più aperta e recettiva alle diverse sfumature della vita e il dolore del parto non è più visto come qualcosa da reprimere subito e a tutti i costi, ma si diventa disponibili ad affrontarlo serenamente come evento naturale che trasforma, rinnova e dà la vita. In travaglio, nelle pause tra una contrazione e l’altra, eseguire qualche semplice esercizio di Qi gong allevia notevolmente tensioni e stanchezza. Provare per credere!

GLI ESERCIZI per tutti i 9 mesi

  • POSIZIONE DI BASE: TRA CIELO E TERRA
    Assumi la posizione eretta, la colonna vertebrale è diritta, i piedi paralleli  e divaricati quanto il bacino, le ginocchia leggermente flesse, il corpo rilassato. Chiudi gli occhi o fissa un punto davanti a te. Immagina che un filo di seta appeso al cielo sia legato alla sommità della tua testa e ti mantenga eretta. Abbraccia il tuo pancione e senti la nuova vita che porti in te. Quando inspiri prova a spingere il pancione in fuori, quando espiri il pancione si ritrae. Il tuo bimbo è massaggiato e cullato al ritmo del tuo respiro mentre ti senti ben radicata alla terra con la parte bassa del tuo corpo e contemporaneamente allungata verso il cielo con la parte alta. Mantieni questa posizione respirando profondamente per qualche minuto.
    Questo esercizio corregge e migliora la postura, rafforza le gambe.
  • COME L’ONDA
    Dalla posizione di base porta le braccia lungo i fianchi e immaginando l’onda che arriva sulla spiaggia, inspirando alza lentamente le braccia distese ma rilassate in avanti fino all’altezza delle spalle. Immaginando poi l’onda che torna al mare espira e riporta le braccia nella posizione di partenza. Ripeti il movimento, alternando occhi aperti e occhi chiusi, per 5-10 cicli respiratori completi.
    Questo esercizio calma e rallenta il respiro, abbassa la pressione, rilassa.
  •  SCHIUDERSI AL CIELO
    Dalla posizione base volgi i palmi delle mani all’esterno, alza di lato le braccia verso l’alto e aprile al cielo. Senti la bellezza e vastità dell’universo. Lascia fluire il respiro e a ogni inspirazione immagina che tu ed il tuo bambino stiate ricevendo tutta l’energia vitale della natura. A ogni espirazione immagina di allontanare tutte le tensioni  dal tuo corpo-mente per cederle all’universo che le trasforma.Mantieni la posizione respirando profondamente per almeno qualche minuto.
    Questo esercizio fortifica la colonna e le gambe, toglie la stanchezza.
  •  UNISCI CIELO E TERRA
    Dalla posizione precedente rivolgi i palmi delle mani verso la terra ed espirando lascia cadere lentamente le braccia lungo i fianchi. Avverti la solidità della terra sotto i tuoi piedi. Rivolgi quindi i palmi delle mani nuovamente all’esterno ed inspirando lentamente alza lateralmente le braccia verso il cielo. Senti la leggerezza e la vastità del cielo sopra. Ripeti il movimento circolare attorno a te più volte al ritmo del tuo respiro percependo come tu e il tuo bambino siate connessi al cielo sopra di voi e alla terra sotto i tuoi piedi.
    Questo esercizio fortifica gambe e schiena e migliora la funzionalità di tutti gli organi interni eliminando la nausea.
  • APRI IL CUORE!
    Assumi la posizione di partenza e incrocia le mani davanti al petto. Porta un piede all’indietro e carica il peso su quest’ultimo. Contemporaneamente allarga le braccia orizzontalmente su entrambi i lati. Senti che stai aprendo il tuo cuore al mistero della maternità, ti stai aprendo alla vita! Ritorna nella posizione iniziale riportando i piedi paralleli e incrocia di nuovo le braccia al cuore. Ora ripeti portando indietro l’altro piede. Quando apri le tue braccia inspiri, ti senti espandere, l’orizzonte si allarga. Quando ti raccogli nuovamente in te stessa espiri. Ripeti a piacere questo movimento alternando piede destro e sinistro dietro. Una grande sensazione di leggerezza e flessibilità si farà spazio in te.
    Questo esercizio apre la cavità toracica aumentando la capacità respiratoria, massaggia e fortifica il cuore.
  • ABBRACCIA IL SOLE, ABBRACCIA LA LUNA!
    Dalla posizione base alza le braccia come ad abbracciare una grande palla davanti al torace: stai abbracciando la luna piena! Inspirando allarga le braccia orizzontalmente come ad abbracciare una palla grandissima: stai  abbracciando il sole! Espirando torna ad abbracciare la luna e la sua energia leggera e concentrata, inspirando abbraccia il sole e la sua forte energia che si espande! Ripeti il movimento a piacere per 5-10 cicli respiratori completi.
    Questo esercizio toglie le tensioni nella parte alta della schiena e migliora il respiro.
  • RUOTA LA SFERA DORATA
    Dalla posizione base alza le braccia come ad abbracciare una grande sfera immaginaria davanti al pancione. 
    Inspirando alza lentamente le braccia, mantenendo sempre le mani che si guardano, fino all’altezza delle spalle, quindi avvicina le braccia al tuo corpo ed espirando riabbassale nuovamente fino al pancione. Esegui un po’ di rotazioni prima in un senso e poi nell’altro e concludi appoggiando le tue mani sul pancione: a occhi chiusi, entra in contatto con il tuo bimbo inviandogli un pensiero d’amore.
    Questo esercizio corregge la postura, migliora la consapevolezza del respiro, rinvigorisce corpo e mente.
  • RUOTA LA SFERA DORATA 2
    Dalla posizione base alza le braccia come ad abbracciare una grande sfera davanti al pancione. Visualizza una sfera dorata e brillante tra le tue mani che si guardano. Ruota ora la sfera portando la mano destra in alto e la sinistra sotto mantenendo le palme rivolte l’una verso l’altra; quindi ruota la sfera nell’altro senso, in modo da far tornare la mano sinistra verso l’alto e la destra sotto. Esegui il movimento a piacere quante volte vuoi, respirando spontaneamente. Concludi appoggiando le tue mani sul pancione e ad occhi chiusi entra in contatto col tuo bimbo inviandogli un pensiero d’amore.
    Questo esercizio corregge la postura, migliora la consapevolezza del respiro, rinvigorisce corpo e mente.
  • ESERCIZIO PER LA COPPIA: LA DANZA DELLE MANI CHE SPINGONO
    Uno di fronte all’altro i partner portano avanti il piede destro unendo i polsi. Le mani e le braccia tracciano un cerchio orizzontale in senso antiorario nello spazio vuoto che si viene a creare nella coppia. Il peso del corpo si sposta costantemente da un piede all’altro e alternativamente l’uomo spinge la mano verso la donna per poi ritrarla e ricevere la spinta della compagna e così via.  Per accettare che l’energia del compagno entri nel “proprio spazio” si deve cedere, essere ricettivi e allo stesso tempo avere un centro stabile.
    Questo piacevole esercizio, che in cinese si chiama Tui Shou (mani che spingono), sviluppa il senso dell’equilibrio favorendo relazioni armoniose. La danza del Tui Shou può aiutare ogni coppia a comunicare meglio attraverso il movimento quando con le parole i partner non si comprendono più. Il Tui Shou viene anche detto la danza del dare e del ricevere, dello yin e dello yang, del femminile e del maschile.

Commenti