Igiene orale in gravidanza: proteggi il tuo sorriso!
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Prenditi cura del tuo sorriso!

Lo sapevi che, nei nove mesi, la salute del cavo orale è molto importante per il tuo benessere, ma anche per quello del piccolo che nascerà? Ecco le mosse giuste di prevenzione    

Prenditi cura del tuo sorriso!

Aspetti un bimbo o stai programmando una gravidanza: è il momento giusto per dedicare un’attenzione speciale all’igiene orale. Ecco quali sono i passi per prendersi cura dei propri denti.

Igiene orale in gravidanza: una questione di salute

Durante la gravidanza si verificano una serie di modificazioni ormonali che possono interferire con la salute delle gengive. “Aumenta il rischio di infiammazioni gengivali”, spiega Marco Dossena, odontoiatra, medico chirurgo a Cassina de’ Pecchi (Mi), “per cui la futura mamma può provare fastidio o dolore e possono verificarsi dei sanguinamenti. Prevenire questa situazione è però possibile prendendosi cura in modo corretto del benessere del cavo orale, con un’igiene accurata e regolari controlli dal dentista”. Un aspetto da non trascurare, per ridurre il rischio di problemi alle gengive, ma anche per evitare possibili complicazioni legate alla gravidanza stessa. Alcuni studi hanno infatti evidenziato una correlazione tra malattia parodontale (ovvero una seria infiammazione gengivale) e un maggior rischio di parto pretermine e basso peso alla nascita del bebè. Gengiviti e carie (che sono causate da batteri, come lo Streptococco mutans, accumulatisi nella placca batterica) rappresentano una fonte infettiva-infiammatoria nell’organismo materno, che è importante curare tempestivamente.

Prenota subito un controllo

La parola d’ordine quando si parla di salute orale è prevenzione. “La raccomandazione generale è quella di effettuare due controlli dentistici all’anno”, spiega Marco Dossena, “per individuare precocemente eventuali problemi, come carie o infiammazioni gengivali. Ecco perché quando si programma una gravidanza o quando si scopre che c’è un bimbo in arrivo è opportuno prenotare un controllo ed effettuare una pulizia dei denti”. E se durante la visita si scopre che ci sono delle carie? “Si interviene: le cure dentistiche non sono controindicate in gravidanza, mentre, come abbiamo visto, trascurare la situazione può interferire con il benessere del nascituro”, rassicura l’esperto.

Prenditi cura di denti e gengive

Il primo passo per proteggere il proprio sorriso è curare in modo scrupoloso l’igiene orale per evitare la formazione di placca e tartaro. Una raccomandazione valida sempre e ancor di più nei nove mesi. “È fondamentale lavare i denti accuratamente dopo ogni pasto”, spiega Dossena, “spazzolarli – con un movimento che va dalle gengive verso il dente – con un dentifricio al fluoro, e terminare l’operazione utilizzando il filo o lo spazzolino interdentale, cioè lo scovolino. Lo spazzolino più indicato è quello con una durezza media, che rimuove la placca più efficacemente rispetto a uno con setole morbide, ma non rischia di irritare le gengive, come potrebbe accadere utilizzando uno spazzolino con setole dure. Nel caso in cui la futura mamma soffra di un’infiammazione, per alcuni giorni, finché la situazione non si risolve, può ricorrere a uno spazzolino con setole morbide. Un buon alleato della pulizia dei denti è infine lo spazzolino elettrico che rimuove efficacemente la placca”. Un altro suggerimento riguarda l’alimentazione: meglio evitare o limitare il più possibile il consumo di bevande e alimenti zuccherati. Se la futura mamma si concede uno spuntino con snack o succhi è necessario provvedere alla pulizia dei denti.

E dopo la nascita…

Le indicazioni offerte per i nove mesi restano valide anche dopo la nascita del bebè. “Se si trascura l’igiene orale esiste infatti il rischio di trasmettere i batteri responsabili delle carie al piccolo, ad esempio assaggiando la pappa con il suo cucchiaino o bevendo dallo stesso bicchiere”, considera l’esperto. Un “passaggio” di batteri che può aumentare il rischio di carie per il bambino stesso, a partire dai denti da latte denti da latte. Tra l’altro, occupandosi quotidianamente della pulizia dei denti, si insegna al bambino che prendersi cura del proprio sorriso è importante. Seguendo l’esempio dei genitori il piccolo imparerà presto a prendere confidenza con lo spazzolino.

Carie dei bimbiuna corretta prevenzione

Giorgia Cozza

Commenti