apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Nove mesi da vivere con il sorriso

"I miei quattro trimestri, esercizi di positività" è un libro di Cecilia Antolini Brenna e Silvia Dalvit Ménabé che spinge le future mamme a trascorrere l'attesa serenamente

Nove mesi da vivere con il sorriso

Nove mesi in altalena. Quando una donna scopre di essere incinta, di fronte a lei si apre un periodo di gioia e riflessioni. Ma spesso anche di paure. Perché avere una vita che cresce dentro il proprio corpo è sorprendente. E il timore di dolori, problemi ed errori può diventare un peso. Eppure, partorire è l’esperienza più naturale del mondo. E va vissuta sull’onda della spontaneità e della serenità. Lo sostengono da sempre Cecilia Antolini Brenna e Silvia Dalvit Ménabé, autrici del blog “Il parto positivo“, cui è collegata anche una pagina Facebook con 20 mila iscritti. Le due esperte tengono corsi per futuri genitori, ostetriche e specialisti. E hanno appena pubblicato un libro, che racconta le loro idee su una gravidanza di pace e su una nascita altrettanto serena.

Nove mesi da godere fino in fondo

Il lavoro si intitola “I miei quattro trimestri, esercizi di positività” (Ouverture edizioni, 12,50 euro) e vuole essere un compagno di viaggio in dolce attesa. Per poter dare, settimana dopo settimana, informazioni ed esercizi che permettano di prendere consapevolezza del proprio corpo. Godendo di ogni singola fase. Le autrici, che lavorano tra l’Italia e Londra, dove abitano, si sono conosciute per caso qualche anno fa. E hanno capito subito di avere molte competenze e progetti in comune. Così hanno avviato il loro blog e iniziato i corsi di formazione. Con un obiettivo: spingere le donne ad accogliere in modo positivo la nuova condizione che stanno affrontando. Stress e paura vanno accantonate. E bisogna tornare all’origine dell’esperienza della gravidanza e del parto. Un aiuto, in questo senso, arriva sia dalla pratica dell’Hypnobirthing, di cui Cecilia Antolini Brenna è ormai un’esperta, sia dalla neuroscienza, disciplina di riferimento di Silvia Dalvit Ménabé.

Passo dopo passo, via i timori

“Quando si parla di parto positivo o parto naturale molte donne storcono il naso. E pensano a qualcosa di hippy”, sorride Cecilia Antolini Brenna.”In realtà, si parte da fondamenti scientifici profondi per costruire un approccio all’esperienza della nascita. Che dovrebbe davvero essere spontanea”. Il libro spiega per piccoli passi come abbandonare timori e sovrastrutture e concentrarsi sul momento. Scoprendo, settimana dopo settimana, con riflessioni ed esercizi, quello che sta accadendo e come viverlo al meglio.

La felicità di lasciarsi guidare

“Da quando promuoviamo corsi sul parto positivo in Italia e in Gran Bretagna abbiamo ottenuto molti riscontri interessanti”, sottolinea Silvia Dalvit Ménabé. “Spieghiamo quali atteggiamenti tenere e come affrontare i diversi momenti. A volte la gravidanza non si conclude con il parto positivo o naturale. Ma, in fondo, poco conta. Per noi l’importante è che il percorso dei nove mesi venga vissuto con entusiasmo e senza negatività. E questo indipendentemente da come sarà la fase finale”. Nel volume si trovano anche piccoli suggerimenti rivolti ai futuri padri. Che spesso si preoccupano troppo per la loro compagna e per il bimbo che porta in grembo. Le sostenitrici del parto positivo, dunque, dovranno tranquillizzarli in qualche modo. Ma il focus del lavoro, ovviamente, sono le donne. “Il libro è una guida per creare un luogo e un tempo – in gravidanza e nei primi tre mesi con il bambino – in cui fermarsi a riflettere. Per capire quale mamma si può e si vuole essere”.

Caterina Belloni

 

Commenti