In gravidanza mangia più pesce | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

In gravidanza mangia più pesce

In gravidanza mangia più pesce

La questione “pesce in gravidanza” fa discutere gli esperti: sulla scia di alcuni studi americani, per lungo tempo i medici ne hanno sconsigliato un consumo abbondante alle gestanti  a causa della presenza di tracce non trascurabili di mercurio dovute all’inquinamento dei mari. Indicazione che si riferiva in particolare alle carni di pesci di grandi dimensioni, come spada e tonno.

Ora una ricerca britannica, condotta dall’Università di Bristol, sovverte questa teoria rivelando come, nel calcolo costi/benefici, siano decisamente superiori i secondi: un ridotto consumo di prodotti ittici, avvertono i ricercatori, potrebbe far mancare il nutrimento essenziale alla formazione del cervello del nascituro.

Gli scienziati hanno messo in relazione e confrontato la quantità di pesce mangiata da novemila future mamme con lo sviluppo del cervello dei loro bambini dai primi giorni di vita fino agli 8 anni di età. Il risultato è stato inequivocabile: i figli di donne che avevano mangiato più pesce durante la gestazione hanno sviluppato capacità motorie più avanzate oltre che migliori abilità comunicative e di socializzazione. Non solo: all’età di 8 anni questi bambini hanno raggiunto un livello di comunicazione verbale decisamente superiore.

Secondo i ricercatori il motivo sarebbe da ricercare nell’elevata quantità di Omega 3 presenti nel pesce. Questi grassi sono essenziali per lo sviluppo del sistema nervoso, oltre che per garantire un ottimo stato di salute del cuore. In più diversi studi hannodimostrato come il consumo regolare di prodotti ittici sia un valido aiuto per ridurre il rischio di asma, demenza, depressione, artriti e dolori reumatici.

di Francesca Soccorsi

 

Commenti