Divertitevi con il kamasutra in gravidanza
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

L’amore in gravidanza? Prova il kamasutra!

L'amore in gravidanza? Prova il kamasutra!

Le statistiche dicono che, complici il timore di far male al feto, un ventre sempre più ingombrante e la sensazione di avere un piccolo, ma già amatissimo, “intruso” testimone della propria intimità, man mano che la gravidanza procede ben il 50% delle coppie smette di avere rapporti sessuali. Ma fare sesso (applicando anche il kamasutra in gravidanza) è invece auspicabile e utile, dal punto di vista sia fisico sia psicologico. Per la donna, che dopo qualche mese dovrà misurarsi con la sua nuova immagine di madre, continuare a fare l’amore con il proprio compagno è una riconferma importante del proprio ruolo di donna e di amante, con un corpo ancora erotico, attraente e desiderabile. Gli uomini, infatti, apprezzano i cambiamenti fisici che avvengono nella loro compagna, come il seno che diventa più turgido, grande e ricettivo alle carezze, o le curve dei fianchi che si fanno più morbide e femminili. Ma se capita che il partner accusi un calo di libido, inibito dal nuovo aspetto materno della compagna? Niente sconforto: bisogna piuttosto cercare di coinvolgerlo di più nelle trasformazioni fisiche che ci riguardano, fargli sentire i movimenti del bambino e ricordagli che, comunque, la gravidanza è uno stato transitorio.

L’amore in gravidanza è molto gratificante

A partire dal secondo trimestre la donna è naturalmente più predisposta e facilmente eccitabile, grazie a un’aumentata vascolarizzazione e vasocongestione degli organi genitali. In più, libere dal timore di concepire un bambino, molte donne si abbandonano con maggior tranquillità al partner, raggiungendo più facilmente l’orgasmo.  Ma un’intimità appagante presenta benefici vantaggi anche dal punto di vista fisico: la sessualità è infatti un’utile ginnastica per stimolare la circolazione sanguigna, allentare le tensioni dell’attesa e liberare le endorfine, le ‘molecole della gioia’.

Il sessonei nove mesi

Il kamasutra in gravidanza: le posizioni

Perché allora non approfittare del periodo dell’attesa per sperimentare qualche posizione del Kamasutra, il celebre libro indiano sull’arte amatoria? Ecco le più gettonate, chiamate con il loro nome originale, ma opportunamente rivedute e corrette per essere più agevoli in gravidanza e con qualche variante piccante per mantenere allenata anche la fantasia.

  • La posizione del missionario

È la più classica e famosa tra tutte: la donna si mette sdraiata sulla schiena, con le gambe divaricate, e l’uomo sopra di lei.
PRO: nei primi mesi può essere praticata senza difficoltà. È comoda e naturale per entrambi i partner, che possono guardarsi e baciarsi.
CONTRO: dal 5° mese in poi, per lei può diventare molto fastidiosa, per la sensazione che il grembo sia schiaccia- to se l’uomo non è abbastanza agile da non far gravare il proprio peso sulla pancia. Meglio quindi sospenderla e dedicarsi a posizioni alternative che non coinvolgano la zona del ventre. Un esempio?
LA VARIANTE HOT: l’aratro. Prova a portare il bacino verso il bordo del letto (o, perché no?, del tavolo della cucina), mentre il tuo compagno, in piedi o leggermente inginocchiato e con il busto eretto, ti sorregge per le gambe.

  • La posizione del cucchiaio

La donna è sdraiata sul fianco, con le gambe distese o leggermente piegate ad angolo, il partner è dietro di lei.
PRO: è particolarmente adatta a gravidanza inoltrata, perché permette di scaricare lateralmente tutto il peso della pancia. Inoltre è una posizione decisamente soft e riposante, che favorisce carezze e intimità nella coppia: l’uomo può anche stimolare altre zone erogene della compagna, come collo e orecchie.
CONTRO: è una posizione difficile da tenere a lungo (il pene può uscire facilmente). Come ovviare al problema?
LA VARIANTE HOT: il boa. Nella stessa posizione, prova ad alzare una gamba o entrambe e appoggiarle sulle cosce di lui: in questo modo, la penetrazione risulta più agevole.

  • La posizione di Andromaca

La donna è seduta a cavalcioni sul bacino dell’uomo, che è disteso sul letto.
PRO: favorita dalle donne, è molto stimolante per entrambi, e particolarmente adatta durante il secondo trimestre, quando la partner ha ancora una buona agilità fisica e tanta energia da dedicare all’attività sessuale. È infatti lei a condurre e a variare il ritmo del gioco, libera di scivolare (con il peso della pancia portato in avanti) sopra il compagno, che trova molto eccitante ammirare le forme della compagna da questa insolita visuale.
CONTRO: se protratta a lungo, può affaticare le gambe della donna. In questo caso, il compagno può aiutarla a muoversi in verticale appoggiandole le mani sui fianchi.
LA VARIANTE HOT: l’altalena. Siediti sempre a cavalcioni sul tuo partner, ma questa volta dandogli le spalle e dondolandoti avanti e indietro. In questo modo, oltre a procurare un grande piacere a entrambi, ‘distrarrai’ il tuo compagno dal pancione, eccitandolo con il movimento dei tuoi glutei.

  • Per chi vuole osare

La donna è carponi sul letto, con le gambe divaricate, mentre l’uomo, in ginocchio, è dietro di lei.

PRO: perfetta da quando la donna inizia a sentirsi a disagio sotto il peso dell’uomo e vuole riparare la pancia da movimenti troppo energici. È la posizione che, tra tutte, offre una stimolazione maggiore delle pareti frontali della vagina e del punto G.
CONTRO: buona parte del peso della coppia grava sulle braccia di lei. Per rendere la posizione più confortevole, meglio appoggiarsi con i gomiti su un cuscino.
LA VARIANTE HOT: l’antilope. Inginocchiata per terra, solleva il dorso appoggiandoti con le braccia al bordo del letto o del divano. Così il tuo compagno, anche lui sulle ginocchia e dietro di te, potrà accarezzarti il seno e baciarti la schiena.

Roberta Pirola

Vorresti tenerti sempre aggiornata?

Ricevi la newsletter sulla gravidanzaiscriviti

Commenti