Goditi le feste, ma attenta a... | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Goditi le feste, ma attenta a…

Dalle corse per gli acquisti all'appuntamento con il pranzo di famiglia, ai momenti di tempo libero, tanti consigli per vivere il Natale in serenità e senza fatica

Goditi le feste, ma attenta a...

Che magia festeggiare il Natale con un piccino che cresce nel pancione! L’atmosfera di festa è ancora più intensa ed emozionante. Ecco i suggerimenti per assaporare queste giornate speciali, facendo però attenzione a non stancarsi troppo.

Addobbi, luci e magia del Natale

Quando si addobba la casa in vista del Natale, la magia ha inizio: sono proprio le decorazioni appese ai rami e sistemate con cura su mensole e ripiani a creare quell’atmosfera unica che sa di calore e di festa. Se il pancione inizia a essere evidente, è però importante coinvolgere il partner nei preparativi per evitare di doversi arrampicare sulla scala nel tentativo di fissare il puntale in cima all’abete o di sistemare le luminarie sul balcone. “Nell’ultimo periodo dell’attesa il baricentro cambia, è spostato in avanti”, spiega Emanuela Rocca, ostetrica della Casa Maternità Le Maree di Genova, “quindi è necessaria qualche attenzione in più per non rischiare di perdere l’equilibrio”. Ma niente paura, per essere sicura che tutte le decorazioni trovino la giusta collocazione, è sufficiente dividersi i compiti: tu sarai la mente e il futuro papà il braccio! Scherzi a parte, preparare insieme il vostro Natale sarà un bel modo per sentirvi ancora più vicini e più uniti.

Shopping: via libera, ma con riserva

Dicembre, tempo di shopping, alla ricerca dell’idea giusta per sorprendere e fare felici le persone che ami. Per dedicarsi agli acquisti natalizi in tutta tranquillità conviene organizzarsi con un buon anticipo, in modo da evitare lo stress e le corse dell’ultimo minuto e non trovarsi ad affrontare, magari con il pancione, negozi e supermercati super affollati. “Se però la futura mamma è un’amante dello shopping e la confusione non la spaventa, non c’è alcun divieto a concedersi un giro per i negozi”, sottolinea Emanuela Rocca. “Ogni donna deve gestirsi in base alle sue preferenze e soprattutto deve mettersi in ascolto dei segnali del suo corpo, calibrando uscite, impegni e attività in base ai messaggi che il fisico le invia. Se si sente affaticata, significa che è necessario rallentare. Altrimenti, perché restare a casa?”.

Stanchezza in gravidanzaCome affrontarla

Cinema, concerti e teatro, al posto giusto!

Ecco una bella idea per trascorrere una serata piacevole con il futuro papà o con gli amici. In questo periodo dell’anno non mancano proposte interessanti al cinema e a teatro e, per gli amanti della musica, magari un bel concerto natalizio. “Unica accortezza: scegliere un posto a sedere da cui sia possibile, se necessario, alzarsi e sgranchirsi un po’ le gambe senza dover aspettare l’intervallo”, consiglia l’ostetrica. “Anche in questo caso il suggerimento è di prestare attenzione ai segnali del corpo”, considera l’esperta. “Se sentiamo le gambe pesanti è il momento di fare qualche passo, se le scarpe stringono, conviene sfilarle e indossarle solo al termine del film o del concerto, quando è il momento di tornare a casa”. Un ultimo accorgimento riguarda il look della serata: se è nelle tue corde, l’eleganza è sempre benvenuta, con un occhio però anche alla comodità. Sì, dunque, alla scollatura che valorizza il décolleté, no al vestito che “strizza” o comprime troppo.

W il décolleté!Leggi

Al bando invece i tacchi vertiginosi, per non rischiare di cadere, ma anche le scarpe troppo “piatte” come le ballerine. “In generale, si suggerisce di privilegiare modelli con 2-4 centimetri di tacco” spiega Emanuela Rocca. “Un minimo di rialzo aiuta infatti a mantenere una postura corretta”.

Un pranzo da gourmet senza stress

Se il cenone della vigilia o il pranzo di Natale sono fissati a casa tua, una soluzione per non passare ore ai fornelli e affaticarti troppo e allo stesso tempo portare in tavola un ottimo pranzo è quella di coinvolgere gli invitati nella preparazione delle varie portate. La nonna che è un’abile cuoca si occuperà dei primi piatti, il piatto forte della suocera è l’arrosto, la cugina che non sa cucinare porterà il panettone… E per riconoscere ufficialmente l’impegno di tutti, si può preparare un bel cartello con il menù e, accanto ad ogni portata, il nome della cuoca. E buon appetito!

 

Se invece esci a festeggiare…

Se il pranzo è organizzato a casa tua, ovviamente avrai il pieno “controllo” del menù, ma se i festeggiamenti avvengono a casa di parenti e amici, è opportuno ricordare le norme da seguire in caso tu sia ricettiva alla toxoplasmosi. “Oltre a evitare gli affettati (ad eccezione del prosciutto cotto), occorre fare attenzione alle carni poco cotte e alla verdure crude che si consumano con la buccia, come i pomodori”, considera Emanuela Rocca. “Se non c’è la certezza che siano state lavate accuratamente, meglio preferire un altro contorno. Attenzione anche al pesto, che si può mangiare solo se precedentemente congelato”. In qualunque periodo della gravidanza, infine, ricordiamo che gli alcolici e i super alcolici sono banditi: per brindare insieme al nuovo anno che ha in serbo per te il regalo più grande, un bel bicchiere di succo di frutta andrà più che bene!

 

Giorgia Cozza

Commenti