apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Gambe pesanti: come ‘alleggerirle’!

Gambe pesanti: come ‘alleggerirle’!

Durante la gravidanza è facile avvertire un senso di pesantezza alle gambe, specie negli ultimi mesi, quando la crescita del bebè rallenta la circolazione. Alcune buone regole possono aiutare ad alleviare il fastidio.

La gravidanza, un periodo critico

“In gravidanza c’è un rallentamento del ritorno venoso dovuto al peso del pancione, che comprime i grossi vasi, che fanno quindi più fatica a riportare il sangue verso il cuore” spiega la dermatologa Magda Belmontesi; “a questo si aggiunge una maggiore ritenzione idrica, determinata dalle variazioni ormonali dei nove mesi, che accentua la sensazione di peso agli arti inferiori”.

Gambe in gravidanza,ecco i segreti per averle sempre belle

Occhio agli ambienti surriscaldati!

“Gonfiori e pesantezza si avvertono maggiormente in estate, poiché il caldo ha un effetto vasodilatatore” prosegue la dermatologa; “in inverno però si soggiorna spesso in ambienti super-riscaldati e, specie il riscaldamento proviene dal pavimento, il fastidio può essere ugualmente intenso. Nella stagione fredda, poi, è più facile cedere alla sedentarietà, che di certo non fa bene alla circolazione”.

Le buone abitudini ‘amiche’ delle gambe

  1.  Al termine della doccia, dirigi per qualche secondo il getto di acqua fredda sotto la pianta del piede: è un ottimo idromassaggio che stimola il lavoro della pompa plantare.
  2. Indossa collant o leggins elasticizzati che esercitano una maggiore compressione all’altezza delle caviglie e del polpaccio, favorendo la spinta del sangue verso l’alto ed il drenaggio dei liquidi.
  3. Evita tacchi a spillo e ballerine: le scarpe migliori per la circolazione sono quelle con tacco di 3 cm e pianta d’appoggio larga.
  4. Tieni in borsa una pallina da tennis morbida ed anche in ufficio approfitta di un momento di relax (ad esempio la pausa pranzo) per togliere le scarpe e far scorrere per qualche minuto la pallina sotto la pianta del piede: è un esercizio che riattiva subito la circolazione, intorpidita dopo tante ore seduta alla scrivania.
  5. La sera, fai un pediluvio con acqua tiepida e sale – puoi adoperare sali più ‘ricchi, come quelli del Mar Morto, o semplicemente del sale grosso da cucina – che per osmosi attira verso l’esterno i liquidi ristagnanti.
  6. Dopo il pediluvio, massaggia dal basso verso l’alto un gel a base di diosmina ed escina, che ha effetto tonificante e rinfrescante, specie se applicato freddo (basta tenerlo in frigo).
  7. Ogni volta che puoi mettiti sdraiata con un cuscino sotto le caviglie, in modo da favorire la risalita del sangue verso il cuore.

di Angela Bisceglia

Commenti