Consultori per la maternità e la gravidanza | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Consultori per la maternità e la gravidanza

Consultori per la maternità e la gravidanza

Corsi preparto, complice anche la crisi, che ha costretto le coppie a rifare i conti e a rivedere i budget familiari, sono sempre più numerose le future mamme che si rivolgono al Consultorio per essere seguite durante i mesi della gravidanza. Un’assistenza di qualità, grazie al team di professionisti che accolgono la donna, garantendo una buona continuità assistenziale e favorendo l’instaurarsi di un rapporto di fiducia. Tutte le prestazioni legate a gravidanza, puerperio e sostegno all’allattamento sono gratuite. Soltanto per le prestazioni di tipo ambulatoriale come, per esempio, la richiesta di visita ginecologica al di fuori della gravidanza, è prevista la partecipazione alla spesa secondo le modalità indicate dalla normativa vigente.

Per continuare a garantire un servizio adeguato, la tendenza, che riguarda anche le diverse strutture ospedaliere, è quella di accorpare: chiudono i piccoli consultori, che aprivano soltanto per poche ore nel corso della settimana, e si potenzia l’offerta delle strutture più grandi.

Ecco i servizi che vengono offerti alle donne in attesa.

Qui trovi l’ostetrica per te

A tutte le future mamme, anche quelle che vengono seguite presso l’ospedale cittadino o che si avvalgono di un’assistenza di tipo libero-professionale, vengono offerte informazioni a 360 gradi. Appena scopre di aspettare un bebè, la donna può rivolgersi al consultorio per ricevere il libretto della gravidanza e, quindi, conoscere quali sono gli accertamenti e i controlli da svolgere nei tre trimestri, e per avere indicazioni e suggerimenti a proposito di alimentazione e stile di vita. Se non ha ancora scelto lo specialista di riferimento, qui la futura mamma può trovarlo. Quando la gravidanza è fisiologica, la donna viene seguita dall’ostetrica: il ginecologo interviene solo se ci sono complicazioni e problemi legati alla salute sua e del nascituro. In ogni caso vengono fissati controlli periodici e la donna viene accompagnata per tutta l’attesa.

Insieme, per prepararsi alla nascita

Condotti dalle ostetriche con la partecipazione di varie figure professionali come lo psicologo, il pediatra, il ginecologo e l’assistente sociale, i corsi di accompagnamento alla nascita prendono il via a partire dal quarto mese dell’attesa e sono validi alleati del benessere della donna.
Durante gli incontri gli esperti sono pronti a rispondere a tutti i dubbi e i quesiti delle future mamme e forniscono informazioni a proposito dei cambiamenti del corpo, della crescita del bebè nell’utero, del travaglio, del parto e dei primi tempi dopo la nascita.
Ogni incontro prevede anche una parte pratica dedicata all’attività corporea: l’ostetrica propone esercizi di ginnastica dolce, stretching e training autogeno. Si lavora sul respiro, sulla comunicazione con il bebè nel pancione e si fanno esercizi di visualizzazione. I corsi si rivolgono anche ai futuri papà, che sono invitati a partecipare insieme alla compagna ad alcuni incontri specifici, come quelli dedicati alle varie fasi del travaglio e del parto e/o alla cura del bebè dopo la nascita.
Infine, un appuntamento è riservato alla visita del punto nascita cittadino. L’ostetrica accompagna i futuri genitori, che possono incontrare il personale del reparto e visitare le sale travaglio-parto.

Dopo il parto l’assistenza non si interrompe

E dopo la nascita? Il consultorio continua ad accompagnare la donna, offrendo informazioni e consigli durante il puerperio, quando la neomamma deve abituarsi al suo nuovo ruolo e imparare a soddisfare i bisogni del suo piccino.

  • UN AMBULATORIO AD HOC

Dopo il parto la neomamma può rivolgersi all’ambulatorio puerperale. L’ostetrica controlla la ferita in caso di cesareo o episiotomia, risponde ai dubbi, offre indicazioni pratiche per il benessere psico-fisico e per l’allattamento. Se la donna vive con difficoltà il suo nuovo ruolo e fatica a entrare in relazione con il bebè, c’è la possibilità di avere anche un supporto psicologico.

  • UN SOSTEGNO PER NUTRIRE AL SENO

Il consultorio è attivo anche nella promozione dell’allattamento. Infatti, aiuta le neomadri ad avere un buon avvio e a prevenire o a risolvere i più comuni ostacoli iniziali. Nutrire al seno non costa nulla e garantisce importanti benefici. Gli anticorpi contenuti nel latte proteggono il bimbo e favoriscono la maturazione del suo sistema immunitario, oltre a diminuire il rischio di allergie, sovrappeso e obesità in età infantile. Infine, allattare riduce anche il pericolo di cancro al seno.

  • VISITE A DOMICILIO

Ai consultori è affidato anche il servizio di assistenza domiciliare. L’ostetrica si reca a casa della mamma, valuta il suo benessere e verifica il buon avvio dell’allattamento. In alcune aziende sanitarie la visita viene garantita a tutte le neomamme che l’hanno richiesta durante il corso preparto o prima delle dimissioni dall’ospedale. In altre viene offerta nelle “situazioni di fragilità”, ovvero alle coppie che stanno vivendo un momento di particolare difficoltà e alle neomamme immigrate.

E per le neomamme, incontri su misura

Il percorso iniziato durante l’attesa con i corsi preparto si conclude dopo la nascita del bebè con uno o più appuntamenti condotti dall’ostetrica. Alcuni consultori organizzano anche degli incontri tematici: svezzamento, nanna, tappe di sviluppodel bebè nel primo anno di vita. Questi incontri, aperti a tutti i genitori, anche alle coppie che non hanno frequentato il corso preparto, sono utili per approfondire i diversi aspetti della salute e della crescita del bambino.

  • CORSI DI MASSAGGIO

In più, in alcune strutture vengono organizzati corsi di massaggio neonatale condotti dalle ostetriche. Il massaggio rappresenta infatti un valido strumento per rafforzare l’intesa tra la mamma e il suo bambino e per le neomamme il corso rappresenta un’occasione per uscire di casa, conoscere altre mamme e trascorrere un pomeriggio piacevole con i propri piccini.

  • GRUPPI DI AUTO-AIUTO

Al consultorio future e neomamme si incontrano, si confrontano, e spesso nascono amicizie destinate a durare nel tempo. Un bell’antidoto alla solitudine! E in seno ai consultori sono nati anche gruppi di auto-aiuto composti da mamme che hanno deciso di mettere a disposizione di altre “colleghe” la loro esperienza.

Commenti