Acetone in gravidanza: che fare se c'è acetone nelle urine
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Acetone in gravidanza: se si trova acetone nelle urine

Acetone in gravidanza: se si trova acetone nelle urine

La scorsa settimana ho ritirato le analisi e ho letto che nelle urine è presente l’acetone, cosa vuol dire? Quando ho detto al mio ginecologo che soffrivo di acetone in gravidanza, non è stato proprio molto chiaro, mi ha solo detto che forse mi sto alimentando male! E’ pericoloso per il mio bambino? Sono una ragazza di 25 anni, in attesa del primo figlio, alla 13° settimana di gravidanza. 

Acetone in gravidanza: se i corpi chetonici sono nelle urine

I corpi chetonici nelle urine sono espressione di un eccessivo metabolismo di acidi grassi in presenza di una ridotta disponibilità di glucosio. Nel primo trimestre la causa può essere il vomito gravidico, sia direttamente, sia indirettamente per il ridotto apporto di nutrienti dovuto all’iperemesi. Nel secondo e terzo trimestre la causa può essere una dieta ipoglucidica (e quindi iperlipidica e iperproteica) che può essere impostata per contenere gli eccessivi incrementi ponderali. Altre condizioni causali banali sono la febbre e gli sforzi fisici prolungati. Inoltre questo stato si riscontra spesso nei bimbi. Ma il medico dovrà escludere un’altra causa ben più importante: il diabete, caratterizzato da un eccesso di zuccheri nel sangue, ma da un loro difetto nelle cellule, situazione che avvia il metabolismo anaerobio con produzione di chetoni, eliminati nelle urine e, nelle forme severe, con la respirazione (acetone). Quindi se il suo ginecologo ha escluso il diabete, non c’è da preoccuparsi per il feto, ed il consiglio dietetico è quello di assumere una giusta quota di zuccheri, ben ripartiti durante la giornata.

Dott. Mario Fadin

 

Esami delle urine in gravidanzaCome leggerli

L’esame delle urine in gravidanza è il test che viene eseguito con maggiore frequenza ed è un’analisi che fornisce numerose informazioni; ad esempio, permette di scoprire eventuali infezioni delle vie urinarie e, soprattutto, di monitorare due delle principali patologie ostetriche: il diabete gestazionale e la preeclampsia.

Commenti