Igroma cistico | Dolce Attesa
apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Igroma cistico

Igroma cistico

Mi potreste dire cos’è, i disturbi che possono venire dopo e se si potrebbe curare? In poche parole, vorrei sapere tutto ciò che comporta questa malattia. 

 

 

È difficile capire a cosa si riferisce precisamente il suo quesito senza vedere il referto, essendoci molta confusione nella nomenclatura usata dai ginecologi. Igroma cistico è un termine anatomo-patologico, non ecografico, che definisce un quadro caratterizzato da alterazione dello sviluppo dei vasi linfatici con accumulo di linfa all’interno di una struttura cistica (dotata di parete). Nel 75% dei feti con igroma cistico è presente un difetto cromosomico che, nel 95% circa dei casi, è rappresentato dalla Sindrome di Turner.

Talvolta viene utilizzato impropriamente il termine di igroma cistico per riferirsi al riscontro, nel primo trimestre di gravidanza, di translucenze nucali molto spesse, o a edemi nucali nel secondo trimestre. In questi casi, oltre a cause di tipo cromosomico e genetico verificabili con esami invasivi durante la gestazione (amniocentesi e villocentesi), vanno considerate cause malformative, per esempio le malformazioni cardiache, che andranno studiate mediante ecografie mirate, definite di II livello.

Date le numerose cause che possono determinare il quadro clinico, è impossibile definire in maniera univoca la prognosi prima di avere concluso l’iter diagnostico sopra menzionato.

Dottor Luca Mandia, ginecologo, consulente di ASM, l’Associazione per lo Studio delle Malformazioni

Commenti